Miglior Soundbar [Prezzi e Recensioni Aggiornate]

Mattia De Rossi 18/4/2020
Sony HT-SF200
160,65 €
Generalmente spedito entro 2-3 giorni
 
Bose Solo 5 TV
260,14 €
Disponibilità immediata
Spedizione gratuita
MIGLIORE SECONDO ME
Yamaha YAS-207
116,00 € - 159,00 € (-27%)
Attualmente non disponibile
Spedizione gratuita
LG SJ3
 
Attualmente non disponibile
 
Samsung HW-N300/ZG
 
Attualmente non disponibile
 

  • Ormai ben conosciute soprattutto da molti appassionati di cinema, le soundbar sono strumenti utili per migliorare l’audio della TV. Si lasciano apprezzare per l’estrema facilità di montaggio, l’eleganza estetica e simulano l’effetto home theatre racchiudendo l’amplificazione del suono in un unico apparecchio. Le soundbar più sviluppate propongono la connettività Bluetooth, per essere collegate ad altri dispositivi come smartphone, tablet e computer, per di un suono ottimale anche con questi altri mezzi di riproduzione.
  • Ho voluto testare alcune delle più apprezzate soundbar presenti sul mercato, cercando di proporre una gamma diversificata in base a funzionalità e prezzi. Questi i prodotti confrontati:
  • Ho aggiornato questa guida il 18.04.2020, aggiungendo il modello Bose Solo 5 TV.
  • Confrontando pregi e limiti, ho deciso di indicare come miglior soundbar il modello Yamaha YAS-207, davvero pregevole per l’efficienza in rapporto al costo. Ecco il resoconto delle prove effettuate.

Sony HT-SF200

LA MIGLIOR SOUNDBAR NELLA FASCIA MEDIA

Da grande appassionato di cinema quale sono, ho sempre cercato strumenti in grado di avvicinare il più possibile le sensazioni che provo quando vado a vedere un film in sala, emozioni spesso minimizzate in modalità casalinga da televisori con qualità audio scadente.
Ho voluto dunque testare alcuni apparecchi, iniziando con la soundbar Sony HT-SF200.

Caratteristiche principali

La soundbar Sony si posiziona in una fascia di prezzo media e presenta 2.1 canali con subwoofer integrato, per una potenza complessiva in uscita di 80 watt (25+25 gli speaker + 30 il sub).
Quest’ultimo valore non è esaltante, ma la qualità di riproduzione è discreta, con sufficiente chiarezza dei dialoghi, bassi potenti e buona distribuzione della musica nella stanza, pur con qualche limite.

Il design è compatto ed elegante.

Ci sono poche opzioni di settaggio audio tra cui scegliere (cinema, musica, standard, automatico).

Connettività e collegamenti

Il modello Sony rispecchia le caratteristiche di una soundbar moderna, grazie alla connessione Bluetooth e al collegamento TV che puoi completare semplicemente con un cavo di tipo HDMI ARC o con un cavo digitale ottico (presente nella confezione). C’è anche una porta USB, per riprodurre contenuti da altre fonti.
Con un unico telecomando puoi gestire sia la TV che la soundbar.

PRO
  • Prodotto buono se non hai pretese eccezionali
  • Piccola e compatta, occupa poco spazio.
  • Si collega con facilità.
CONTRO
  • Limiti in termini di potenza e distribuzione del suono.
  • Le opzioni di settaggio non sono numerose.

Bose Solo 5 TV

LA MIGLIOR SOUNDBAR PER I DIALOGHI

Una delle soundbar più conosciute tra le tante disponibili sul mercato. Un prodotto in commercio già da tempo, acquistato da molti utenti con grado di soddisfazione mediamente buono.

Caratteristiche e peculiarità

È una soundbar classica, poco impegnativa in termini di spazio (la lunghezza è 55 centimetri) ed efficace se non sei alla ricerca di un apparecchio di gamma super.
Solida, bella a vedersi e resistente nel tempo, si connette senza difficoltà in modalità Bluetooth e si collega alla TV tramite cavo ottico, coassiale oppure analogico.

Telecomando universale

Uno dei principali pregi della soundbar Bose è il telecomando, con il quale puoi controllare molti altri dispositivi utilizzando un unico mezzo. Il discorso vale per lettori Dvd e Blu-ray, decoder Sky, console per i videogiochi, oltre ovviamente al televisore.
Sul telecomando sono presenti funzioni specifiche e regolazioni (ad esempio lo spessore dei bassi).

Modalità dialogo

Quando guardi un film puoi preferire una maggiore chiarezza dei dialoghi a discapito di musiche e rumori di fondo, oppure il contrario.
Nel primo caso la soundbar Bose è senz’altro adatta a te, in quanto dispone di un’opzione apposita con cui rendere più limpidi e comprensibili i dialoghi, ponendoli in primo piano rispetto ai suoni di ambientazione e alla colonna sonora. Nel secondo caso invece si riscontrano limiti maggiori: la diffusione del suono è discreta, ma la potenza raggiunge livelli solo moderati.

PRO
  • Materiali resistenti, costruzione solida.
  • Telecomando universale.
  • Funzione di amplificazione dei dialoghi.
CONTRO
  • Potenza non è esaltante.

Yamaha YAS-207

LA MIGLIOR SOUNDBAR SECONDO ME

Restiamo in una fascia di prezzo intermedia, per una soundbar che spicca però per qualità del suono e completezza d’insieme.

Subwoofer non integrato

La soundbar Yamaha si differenza da altri modelli per il subwoofer esterno.
Si compone dunque di due oggetti distinti.
Non si tratta certo di una difficoltà insostenibile, tutt’altro, anche perché il design complessivo è accattivante.
Se cerchi una soundbar di maggiore potenza rispetto ai prodotti precedenti qui trovi ciò che fa per te: arriviamo infatti a 300 W, 100 W nei diffusori frontali più altrettanti nel subwoofer.

Tecnologia DTS Virtual:X

Se ami sentire i suoni provenire da ogni angolo della stanza e vuoi uno strumento che sottolinei ogni minima componente all’interno del film, della partita o del videogioco con cui ti stai divertendo, questa soundbar può incontrare il tuo gusto grazie al DTS Virtual:X.
Questa modalità sonora surround 3D distribuisce ottimamente le fonti di suono intorno a te e sopra la tua testa, favorendo la completa immersione nell’atmosfera di ciò che hai davanti agli occhi.

Dialoghi e controllo tramite smartphone

Anche la soundbar Yamaha dispone di funzione Clear Voice, il cui scopo preminente è rendere più nitidi i dialoghi. Il collegamento Bluetooth è presente.
La puoi integrare con assistenti vocali come Alexa e con l’apposita applicazione puoi gestire l’apparecchio direttamente dallo smartphone.

PRO
  • Suono potente.
  • Tecnologia surround 3D.
  • Controllo tramite telefono.
  • Notevole rapporto tra qualità e prezzo.
CONTRO
  • Problematiche nel settaggio tra corpo centrale e subwoofer.

LG SJ3

LA MIGLIOR SOUNDBAR CON REGOLAZIONI SUONO AUTOMATICHE

È il turno di una marca assai conosciuta, in grado di offrire una soundbar pregevole a prezzo relativamente contenuto.

Adaptive Sound Control

La soundbar LG SJ3 è disponibile con diversi livelli di potenza.
Io ho provato la 300 W, capace di garantire un suono piuttosto corposo ed elevato, pur senza raggiungere vette clamorose. Il design rispecchia e pareggia quello di altri modelli, senza spiccare né lasciare scontenti.
Interessante la funzione Adaptive Sound Control, grazie alla quale l’apparecchio rileva la presenza di dialoghi o di scene a maggiore impatto uditivo, regolando in automatico le frequenze e i bassi.

Auto Sound Engine e collegamento Bluetooth

Un’ulteriore funzione, accomunabile alla precedente, è l’Auto Sound Engine, con cui il sistema cerca di ottimizzare il suono a qualsiasi livello di volume.
Si tratta di una soundbar che di per sé non propone un gran numero di regolazioni modificabili dall’utente, ma prova in compenso a lavorare “da sola” per assicurare uno spettro sonoro sempre adeguato al contesto.
Il collegamento Bluetooth è presente e attiva l’unità anche quando quest’ultima si trova in regime di stand by.

Collegamenti

Nessun particolare problema rilevato in termini di collegamenti, sia se possiedi una TV LG sia se il tuo televisore è di altra marca. Nel primo caso il telecomando diventa unico e con esso puoi gestire entrambi gli apparecchi.
Per l’installazione è sufficiente attaccare la soundbar alla TV con cavo ottico o HDMI.

PRO
  • Regolazioni automatiche del suono.
  • Prezzo pari o inferiore alla media.
CONTRO
  • Distribuzione del suono non eccezionale.
  • Assenza di agganci per l’installazione a parete, per cui l’acquisto è consigliabile soprattutto se pensi di posizionarla su un piano d’appoggio.

Samsung HW-N300/ZG

LA MIGLIOR SOUNDBAR PER ECONOMICITÀ’

Concludo con un prodotto che si colloca in una fascia di prezzo più bassa rispetto ai precedenti, dunque ideale se vuoi spendere poco e portare a casa una soundbar discreta con cui migliorare l’audio della tua TV.

Caratteristiche basilari

Il modello Samsung presenta 4 speaker integrati e dispone della tecnologia Surround Sound Expansion, pensata per sviluppare la diffusione del suono sia sui lati che verso l’alto.
L’audio è Dolby Digital a due canali.
La potenza non è esaltante, ma devo dire che l’espansione dell’audio nella stanza risulta piuttosto piacevole e uniforme. La lunghezza della soundbar è maggiore rispetto ad altri concorrenti (circa 70 centimetri) ma non risulta invasiva.

Ascolto musica

La soundbar Samsung è da valutare soprattutto se possiedi una TV della stessa marca: in questo caso puoi utilizzare un solo telecomando per entrambi gli apparecchi.
Positivo il collegamento Bluetooth per far partire la musica che ami direttamente dallo smartphone e riprodurla grazie alla App Samsung Audio Remote, che permette di controllare diverse funzioni.
La musica può essere ascoltata anche tramite l’attacco USB, con lettura della maggior parte dei formati audio. C’è l’ingresso per le cuffie.

PRO
  • Prezzo basso.
  • Presenza attacchi USB e cuffie.
CONTRO
  • Mancanza attacco HDMI
  • Cavo ottico escluso.
  • Staffa per montaggio a parete esclusa.

Come scegliere la soundbar più adatta

I fattori da prendere in considerazione sono diversi. Tutto parte dal tipo di utilizzo che pensi di sviluppare e, parzialmente, dallo spazio che hai a disposizione.
Può essere infatti naturale pensare che un salotto più grande necessiti di una soundbar più potente, per riempire a sufficienza la stanza, ma in realtà la potenza in sé non è per forza un dato determinante.
Rinunciando magari a qualche decibel, ti consiglio di scegliere un prodotto che sappia regalare all’ambiente un suono compatto, denso e preciso.

Se sei un grande appassionato di cinema è bene anche valutare prima dell’acquisto quale tipologia di film preferisci guardare. Ad esempio io amo soprattutto il cinema d’autore: di conseguenza mi interessa molto di più la chiarezza di immagini e dialoghi, piuttosto che un suono rombante.

Se invece tu adori i film d’azione, i film di fantascienza e/o i war movies, allora sarà meglio puntare su una soundbar che sappia far davvero “esplodere” il suono e renderne ogni tipo di effetto, alla stregua di un vero home theatre.
Nella scelta considera anche quale tipo di connessione vorrai utilizzare (cavo ottico, presa Ethernet, presa USB, ingresso HDMI) e controlla che il modello che ti piace ne sia provvisto.

Posizionamento su un piano d’appoggio oppure a muro

In questo caso la scelta presuppone valutazioni soprattutto estetiche. Il posizionamento non è infatti decisivo (o non dovrebbe esserlo) per la qualità del suono, ma risponde soprattutto alle caratteristiche d’arredo del tuo salotto.

La soundbar può essere collocata sopra o sotto al televisore (meglio sotto), davanti ad esso, oppure fissata a muro con apposita staffa (non sempre inclusa nella confezione).
Decidi in base a come è posizionata la TV e al tipo di effetto visivo che vuoi ottenere.

Ricorda che, per una migliore compattezza visiva all’occhio tuo e dei tuoi ospiti, è preferibile che la lunghezza della soundbar non superi quella della TV. Per cui effettua qualche rapida misurazione prima di completare l’acquisto.

Differenza tra soundbar attiva e passiva

Nel primo caso, il più diffuso sul mercato, si tratta di apparecchi che hanno già al loro interno tutto l’occorrente per svolgere il loro compito. I prodotti sono pensati e costruiti affinché tu non debba fare praticamente nulla, se non completare i veloci collegamenti a TV e connessione internet e regolare le impostazioni a tuo piacimento.

Una soundbar passiva invece comprende solo casse e altoparlanti: il resto è lasciato alle mani di clienti esperti in materia e già in possesso di un amplificatore, e alla voglia di costruire personalmente il proprio impianto. Non è dunque un’opzione consigliabile se vuoi un mezzo subito pronto all’uso.

Numero di canali

Le soundbar hanno sempre almeno due altoparlanti (traducibili con la sigla 2.0). I modelli di fascia più elevata possono arrivare fino a 7.1 canali, dunque 8 altoparlanti complessivi.
L’1 indica la presenza del subwoofer, che può essere interno o separato dal corpo centrale.
Molti modelli di fascia media presentano 2.1 canali, oppure 5.1.

Eventuali motivi di insoddisfazione

Talvolta potresti essere portato, anche inconsciamente, ad avere pretese eccessive nel momento in cui acquisti una soundbar. Ciò conduce spesso a fastidio e insoddisfazione per il risultato ottenuto.
È dunque bene ribadire qualche concetto essenziale: la soundbar è un ottimo supporto per migliorare l’audio della tua TV e godere della visione di film, sport, documentari, programmi di altro genere, oltreché per ascoltare la tua musica preferita e immergerti nei rumori di accompagnamento dei videogames che più ti appassionano.
Si tratta però di uno strumento con dei limiti, di cui devi essere consapevole.

La soundbar non è un vero home theatre, anche se i prodotti più significativi ne simulano molto bene l’effetto.
Non ti porta la discoteca in casa e nemmeno ti permette di riprodurre al 100% l’esperienza uditiva che provi dentro a un reale cinema.
Il discorso vale per i modelli che ho qui analizzato, di fascia media, ma anche per altri modelli proposti a costi maggiori.

Con quanto ho appena espresso non voglio certo sostenere che l’acquisto di una soundbar sia inutile: tutto il contrario. È invece utilissimo e ti può regalare tanti piacevoli momenti di relax, svago e divertimento. A patto che, come detto, tu non abbia aspettative esagerate.

A livello generale, per evitare inconvenienti, il suggerimento, forse banale ma sempre importante, è di leggere con estrema attenzione le caratteristiche tecniche del prodotto, così da non rischiare spiacevoli sorprese.

Conclusione

Al termine dei vari confronti ritengo di poter confermare che la soundbar Yamaha YAS-207 sia la migliore tra quelle evidenziate, per l’ampio numero di funzionalità disponibili a fronte di un prezzo conveniente. Con questo apparecchio puoi infatti regolare al meglio il volume per evidenziare i dialoghi oppure i suoni di fondo, a seconda della tua preferenza.

La presenza di un subwoofer esterno, unico caso tra i prodotti citati, non costituisce un limite dal punto di vista estetico e nemmeno per ciò che concerne il funzionamento e l’efficacia del mezzo, in quanto è sufficiente settare il sistema in base al tuo gusto per ottenere un impianto audio di buonissimo spessore.

Resistente ed elegante, questa soundbar accoglie tutte le esigenze della categoria rappresentata.