Migliori Auricolari in-ear [Confronto Qualità Prezzo]

Data aggiornamento: 7/4/2021, Autore: Mattia De Rossi
  • Tra le diverse tipologie di auricolari in commercio, sono i cosiddetti auricolari in-ear ad aver riscontrato un crescente interesse da parte degli amanti della musica. A contraddistinguerli è il fatto che, per essere utilizzati, sia necessario inserirli nel padiglione auricolare al fine di garantire il completo isolamento passivo da qualunque suono (o rumore) proveniente dall'ambiente esterno. E questa caratteristica li differenzia sia dalle cuffie "on-ear" (da appoggiare semplicemente sopra le orecchie) che dalle "over-ear" (che avvolgono le orecchie completamente). Devo confessarti che ho l'abitudine di trascorrere spesso e volentieri il mio tempo libero ascoltando musica e, pur tentato, ho sempre rimandato l'acquisto degli auricolari in-ear per il timore di trovarmi al cospetto di una oggetto scomodo da indossare per diverse ore. Ma alla fine mi sono ricreduto!
  • Secondo me, i migliori auricolari in-ear per riduzione del rumore, resa acustica e comodità sono:
1

1MORE E1001-S Triple Driver

MIGLIORI AURICOLARI IN EAR CON CAVO E JACK DA 3,5 MM
79,99 € 95,99 € (-17%)
88 / 100
2

Muzili G4

OTTIMI AURICOLARI IN EAR LOW COST
240,22 €
87 / 100
3

Sennheiser IE 80 S

LE CUFFIE IN-EAR PIÙ SOLIDE E DUREVOLI
49,11 € 60,00 € (-18%)
80 / 100
4

Sony Wi-Xb4004

AURICOLARI IN EAR CON LA MIGLIOR DURATA DELLA BATTERIA
226,28 €
82 / 100
5

Bose QuietComfort 20

LE MIGLIORI CUFFIE IN-EAR SECONDO ME
 
94 / 100
6

Bang & Olufsen Beoplay H5

I PIÙ LEGGERI IN ASSOLUTO
89,99 € 119,99 € (-25%)
78 / 100
7

Soundcore Anker Liberty 2 PRO

OTTIMI AURICOLARI WIRELESS CON NOISE CANCELLING
70 / 100
8

JBL Reflect Mini 2

GLI AURICOLARI IN-EAR CON IL MIGLIOR RAPPORTO QUALITÀ/PREZZO
72 / 100
9

Sony XBAN1AP

LE CUFFIE IN-EAR CON MICROFONO E TANTI ACCESSORI
68 / 100
10

Powerbeats Pro Wireless

I MIGLIORI AURICOLARI IN-EAR WIRELESS PER SPORTIVI
90 / 100
  • Il prezzo di un paio di auricolari in-ear è pari a 137,12 €, calcolato come media di tutti i prezzi dei prodotti recensiti in questa classifica. Il prodotto più economico ha un prezzo pari a 49,11 €, mentre quello più caro è pari a € 240,22 €.
  • Ho aggiornato questo articolo e la guida all'acquisto per scegliere il prodotto più adatto alle tue esigenze il 07.04.2021.
  • Intanto, ti indico il modello che ho posto in cima alla mia classifica: gli auricolari Bose QuietComfort 20; senza dubbio sono le migliori cuffie in-ear.

1
1MORE E1001-S Triple Driver

MIGLIORI AURICOLARI IN EAR CON CAVO E JACK DA 3,5 MM

79,99 € 88 / 100

Tutte le moderne tecnologie hanno ormai intrapreso la strada del “wireless” perché offre numerosi vantaggi in termini di praticità. Tuttavia, per quel che riguarda il comparto audio, il classico filo offre ancora ampie garanzie per la riproduzione di suoni di alta qualità. In un mercato, quello degli auricolari in ear, in cui domina il wireless mi piace portare alla ribalta un prodotto che, grazie al cavo, non avrà mai bisogno di una batteria da ricaricare. Gli auricolari Triple Driver della 1More sono i migliori fra quelli che vantano ancora il classico jack da 3,5 mm.

Auricolari con tanto di subwoofer

Testando questi auricolari ho trovato davvero interessante l’inserimento di uno specifico driver che simula il subwoofer: in pratica i tre software presenti sono chiamati a fornire (con ottimi risultati fra l’altro) i suoni alti, medi e bassi. Queste cuffiette sono davvero molto leggere (appena 19 grammi), e sono dotate di un unico tasto fisico che permette sia di regolare il volume, sia di “skippare” i brani durante l’ascolto della tua musica preferita.

Conclusioni

I Triple Driver della 1More sono indubbiamente un prodotto valido, sia per qualità audio che per comfort. L’unica pecca è nella qualità dei materiali usati per la cover esterna, che non mi sembrano il massimo della vita.

PRO
  • Tre specifici driver per alti, medi e bassi.
  • Appena 19 grammi di peso.
  • Tasto unico per funzione skip e volume.
CONTRO
  • Qualità dei materiali da migliorare.

2
Muzili G4

OTTIMI AURICOLARI IN EAR LOW COST

240,22 € 87 / 100

Come per tutti i prodotti high-tech, anche per gli auricolari in ear c’è una buona fetta di utenti che ritiene superfluo considerare le varie caratteristiche tecniche, e bada semplicemente al fatto che il prodotto funzioni e che si sia sborsato il meno possibile.
Quelli come me che amano scegliere con cura i prodotti high-tech immaginano questo tipo di utenza come individui del Pleistocene che a stento sanno badare alle proprie funzioni primarie.
Mi rendo conto che è però un ragionamento da snob, e che se non badi alle caratteristiche tecniche di un prodotto non significa che tu non sia esigente in altri ambiti della vita.
Se quindi sei alla ricerca di cuffie in ear che costino il meno possibile, ma che funzionino bene, ti consiglio le Muzili G4.

Grande comodità

La prima cosa che ho apprezzato di questi auricolari in ear è sicuramente il comfort: i gommini in silicone morbido sono stabili all’interno delle orecchie ma per nulla fastidiosi, e puoi indossare queste cuffie per ore senza nessun tipo di problema. Puoi anche decidere di usarle durante le tue attività sportive, dato che lo standard IPX7 protegge gli auricolari da sudore, pioggia e vari agenti atmosferici.
La stessa qualità audio è eccellente, con suoni trasmessi in maniera netta e pulita. Il collegamento wireless sfrutta la tecnologia Bluetooth 5.0, la più avanzata attualmente in circolazione, e la stessa procedura di accoppiamento con una sorgente di suono è ancora più semplice.
Ultima, ma non meno importante, la facilità d’uso: questi auricolari hanno un solo tasto fisico, con il quale si può gestire il volume e la riproduzione di brani.

Conclusioni

Le Muzili G4 sono cuffiette in ear di ottima qualità, che meriterebbero un’investitura maggiore rispetto a quella della categoria come miglior prodotto low cost. Il basso prezzo lo si evince solo dagli archetti che costituiscono queste cuffie, il cui materiale non è sicuramente dei migliori.

PRO
  • Miglior prodotto low cost.
  • Comode da indossare.
  • Ottima qualità audio.
CONTRO
  • Materiale archetti da migliorare.

3
Sennheiser IE 80 S

LE CUFFIE IN-EAR PIÙ SOLIDE E DUREVOLI

49,11 € <60,00 € (-18%) 80 / 100

Ispirate, a livello di design, agli auricolari professionali ear monitor, le cuffie IE 80 S di Sennheiser si avvalgono di uno strumento di regolazione del suono davvero di ottima qualità.

Alta qualità dei suoni

Un trasduttore dinamico di precisione ti permetterà di godere di un suono cristallino sull'intera gamma di frequenza. Grande attenzione è stata dedicata ai dettagli, con risultati di rilievo anche in termini di dinamicità. La qualità del suono beneficia della presenza di nuovi gommini in schiuma con effetto memoria.

Opzioni di personalizzazione

Sennheiser ha voluto offrire al pubblico un modello di auricolari che lasciassero ampia libertà nel personalizzare la risposta in frequenza sulla base ai gusti del singolo utente. L'obiettivo primario era assicurare un'esperienza d'ascolto soddisfacente in qualsiasi situazione. E tramite i controlli posizionati su entrambi gli auricolari in pochi attimi potrai regolare a piacimento la risposta dei bassi.

L'attenuazione del rumore

Si parla spesso di auricolari isolanti, ma non sempre le aspettative iniziali finiscono per essere confermate dai fatti. Fortunatamente non è il caso di questa cuffia, in cui l'attenuazione dei rumori passivi gode di standard elevati (fino a 26 dB). I rumori di sottofondo saranno un lontano ricordo.

Comfort e materiali

Bella l'idea di adottare un cavo scollegabile con connettore a 2-pin proprietario Sennheiser. Il vantaggio? La possibilità di utilizzare anche cavi opzionali.
Voto positivo anche dal punto di vista ergonomico: comfort e perfetta indossabilità sono due marchi di fabbrica. E i materiali? Di ottima qualità, considerata anche la presenza di diversi componenti in acciaio inossidabile.

Rifiniture e accessori

Le cuffie sono anche belle da vedere, grazie al profilo rosso posto sul connettore auricolare destro. Dettaglio non trascurabile che ti permetterà di distinguere i due auricolari anche in condizioni di scarsa illuminazione.
La confezione include, oltre agli auricolari e al set di tappini in silicone di Comply (di 3 misure), un gancio all'orecchio, un kit per la pulizia e una custodia.

PRO
  • Possibilità di variare la risposta dei bassi.
  • Componenti degli auricolari in acciaio inossidabile.
  • Comfort elevato.
CONTRO
  • Bassi forse eccessivamente presenti a volumi alti.
  • Cavo dotato di microfono e telecomando da acquistare a parte.

4
Sony Wi-Xb400

AURICOLARI IN EAR CON LA MIGLIOR DURATA DELLA BATTERIA

226,28 € 82 / 100

Altro aspetto da considerare quando si acquistano degli auricolari in ear wireless è sicuramente la durata della batteria. Se è vero che usare delle cuffie senza fili ti permette una maggior libertà di movimenti, è anche vero che potrebbe essere seccante ricordarsi ogni volta di caricare la batteria. Di conseguenza, maggiore è l’autonomia degli auricolari in ear, meglio è.
Per questa specifica caratteristica, le migliori cuffiette sono sicuramente le Sony Wi-Xb400. L’autonomia è ufficialmente di 15 ore, ma alla prova dei fatti, con un uso intenso, superano tranquillamente le 10 ore. Ci sono altri prodotti che dichiarano autonomie addirittura da 36 ore, ma quando li ho poi testati sono durati meno di un gatto in tangenziale (è solo un modo di dire, amo gli animali).

Facili da ricaricare

Gli auricolari in ear Sony Wi-Xb400 offrono anzitutto un ottimo audio, interessanti sia per gli alti che per i bassi. Le due cuffie sono unite tra loro attraverso un filo abbastanza lungo, che può essere adagiato sul retro del collo per un maggior comfort. Rispetto alla concorrenza, inoltre, questi auricolari sono efficienti anche sul piano della ricarica: un ciclo si completa in meno di 60 minuti. Ultimo, ma non meno importante, la massima compatibilità con tutti i device mobili, compresi quelli che hanno come sistema operativo iOS o Android.

Conclusioni

Come quasi sempre capita per i prodotti targati Sony, anche questi auricolari in ear mi hanno piacevolmente soddisfatto per qualità audio ed eccellenza dei materiali. L’unica cosa che non mi convince è la scelta di collegare i due auricolari con un filo, che fra l’altro è forse troppo pesante se paragonato al peso delle singole cuffiette.
Durante la fase di test mi succedeva questo: le ho provate mentre facevo jogging al parco, e se mi giravo di scatto quando qualcosa attirava la mia attenzione (non posso dirti cosa perché mia moglie potrebbe leggere queste righe, ma ci siamo capiti) uno degli auricolari cadeva sempre. Per le attività sportive, quindi, questi auricolari possono risultare scomodi.

PRO
  • Autonomia a uso intenso superiore alle 10 ore.
  • Ottima qualità audio.
  • Compatibili con device iOS e Android.
CONTRO
  • Filo che unisce gli auricolari può risultare scomodo.

5
Bose QuietComfort 20

LE MIGLIORI CUFFIE IN-EAR SECONDO ME

94 / 100

Queste cuffie sono frutto dell'esperienza di un'azienda che non necessita di particolari presentazioni: Bose. Gli intra-auricolari in oggetto sono dotati di un sistema di riduzione di rumore, e rappresentano l'acquisto ideale per chiunque desideri isolarsi dal mondo circostante, dedicandosi per un po' di tempo esclusivamente alla musica.

Sistema Noise Cancelling

Il Noise Cancelling vede all'opera 4 microfoni (due per ciascun auricolare). Tali microfoni intercettano il rumore esterno e quello entrante, quindi inviano indicazioni al sistema perché possa sopprimerlo attraverso un apposito contro-segnale.

Modalità Aware

Quali tecnologie hanno trovato spazio nei QuietComfort 20?
Innanzitutto, voglio parlarti della modalità "Aware". In cosa consiste? Potrai attivare questa opzione per percepire i rumori esterni, mettendo in pausa il meccanismo di riduzione del rumore. Ti sarà utile per fare jogging nella massima sicurezza, oppure per ascoltare gli annunci dei treni pur continuando a godere della musica.

Active EQ e TriPort

La combinazione di queste due tecnologie rende il suono del modello Bose QuietComfort 20 estremamente realistico. Il suono beneficia anche degli inserti proprietari StayHear+.
È la particolare forma a cono a far aderire perfettamente le cuffie al padiglione, riducendo il rumore a tutto spettro.

Comfort e autonomia

Molto comodi da utilizzare sono microfono e telecomando, posizionati in linea. Non avrai difficoltà nel passare in men che non si dica dall'ascolto dei tuoi brani preferiti alle chiamate.
La batteria agli ioni di litio in dotazione ha un'autonomia di ben 16 ore. Potrai portare le cuffie con te uscendo la mattina e rientrando di sera senza rischiare di trovarti improvvisamente con poca ricarica.

Video YouTube

Video presentazione ufficiale in inglese

PRO
  • Meccanismo di riduzione del rumore di ottima qualità.
  • Qualità dei gommini di alto livello.
  • Auricolari comodi anche per diverse ore consecutive.
  • Elevata autonomia della batteria integrata.
CONTRO
  • Se i bassi sono effettivamente ottimi, la resa su medi e alti potrebbe essere migliorata.
  • Prezzo elevato, ma a fronte di una qualità davvero notevole.

6
Bang & Olufsen Beoplay H5

I PIÙ LEGGERI IN ASSOLUTO

89,99 € 119,99 € (-25%) 78 / 100

Uno dei vantaggi universalmente riconosciuti agli auricolari wireless è quello di essere particolarmente leggeri: dato che devono stare anche per ore appiccicati alle orecchie, è ovvio che debbano pesare il meno possibile. Trovare gli auricolari più leggeri in assoluto è stata un’impresa perché fra i vari prodotti la differenza è di pochissimi grammi, ma alla fine i vincitori sono venuti fuori: i Beoplay H5 della Bang & Olufsen.
Bilancia digitale di precisione alla mano, parliamo di prodotti di un peso totale di appena 18 grammi. Che poi, probabilmente avrei capito che erano le cuffiette più leggere in assoluto anche solo provandole: dopo mezz’ora manco ricordavo più di averle, fai conto che a un certo punto è stata mia figlia a ricordarmi di toglierle.

Ottima qualità audio

Gli auricolari Beoplay H5 della Bang & Olufsen offrono un suono pulito e privo di rumori di fondo, davvero eccellente. Abbinata a queste cuffiette vi è anche l’app ufficiale della Bang & Olufsen, che permette sia da smartphone sia da smartwatch di configurarle a seconda dell’attività che si sta svolgendo, al fine di offrire un’esperienza audio sempre all’altezza. Non ultimo, mi hanno soddisfatto anche per la qualità dei materiali, che le permette di resistere agli agenti atmosferici e alle cadute accidentali con “nonchalance”.

Conclusioni

Nel mondo dei prodotti audio la Bang & Olufsen è un’azienda di rilievo, e gli stessi auricolari Beoplay H5 sono un prodotto di tutto rispetto. Lì dove non mi hanno convinto è nella durata della batteria: ufficialmente il foglio illustrativo promette 5 ore, ma nella mia fase di test sono durate al massimo 2.

PRO
  • Appena 18 grammi di peso.
  • Ottima qualità audio.
  • App ufficiale per configurare al meglio il prodotto.
CONTRO
  • Durata della batteria da migliorare.

7
Soundcore Anker Liberty 2 PRO

OTTIMI AURICOLARI WIRELESS CON NOISE CANCELLING

70 / 100

Se, come me, usi gli auricolari in ear da anni ti ricorderai sicuramente dei primi modelli, quelli che avevano un fastidioso rumore di sottofondo, ma che comunque ci andavano bene perché di quei tempi non è che potevi fare troppo lo schizzinoso. Oggi fortunatamente la tecnologia in materia ha fatto passi da gigante, e grosso modo tutti gli auricolari hanno ridotto sensibilmente i rumori di fondo.
Fra tutti, però, i migliori auricolari in materia sono sicuramente i Anker Liberty 2 PRO della Soundcore, che hanno mutuato da altri dispositivi audio la famosa tecnologia audio Noise Cancelling, la migliore attualmente riguardante la cancellazione dei rumori di fondo.

Elevata qualità dei suoni

La tecnologia del Noise Cancelling è solo una delle tante accortezze tecniche che gli sviluppatori di questi auricolari hanno avuto per la realizzazione di questi auricolari. Il risultato finale è eccezionale, c’è una grande profondità del suono e una qualità audio da top gamma.
Questo fin quando usiamo questi auricolari per la riproduzione di brani musicali: se invece ti servono per realizzare chiamate con il tuo smartphone la qualità audio cala notevolmente, manco fossero un prodotto totalmente differente.
Le cose migliorano quando parliamo di autonomia della batteria: con un singolo ciclo di ricarica puoi sentire ininterrottamente per 8 ore tutta la musica che voi. Senza contare che questi auricolari possono essere ricaricati in appena 10 minuti.
Eccellente, infine, anche la gomma siliconica usata per la realizzazione degli involucri esterni: le indossi per ore senza avvertire alcun fastidio.

Conclusioni

Gli auricolari Anker Liberty 2 PRO della Soundcore hanno sicuramente il potenziale del prodotto top gamma. Il divario che però c’è fra la qualità audio della riproduzione di brani musicali e quella delle conversazioni telefoniche è francamente imbarazzante, e penalizza fortemente un prodotto che può dare molto di più.

PRO
  • Tecnologia Noise Cancelling.
  • Autonomia batteria 8 ore.
  • Comodi da indossare.
CONTRO
  • Audio chiamate da migliorare.

8
JBL Reflect Mini 2

GLI AURICOLARI IN-EAR CON IL MIGLIOR RAPPORTO QUALITÀ/PREZZO

72 / 100

Ora desidero descriverti un modello che potrebbe soddisfarti appieno se non desideri alzare troppo l'asticella del prezzo. Si tratta degli auricolari Reflect Mini 2, prodotti da JBL.
Queste cuffie in-ear bluetooth sono state ideate per offrire una comoda soluzione alle persone sempre in movimento che amano ascoltare musica in qualunque occasione.

Alluminio: resistenza e leggerezza

Iniziamo dai materiali. Il produttore ha optato, in questo ambito, per l'alluminio: una scelta che garantisce sia leggerezza che resistenza all'usura. Questo materiale ha un'altra caratteristica non disprezzabile: l'ottima resistenza al sudore.
E la presenza di inserti auricolari ergonomici in silicone, assieme a quella degli adattatori "Freebit", rendono le cuffie decisamente confortevoli anche nelle sessioni di allenamento.

Microfono e cavo di collegamento degli auricolari

Le JBL Reflex Mini presentano un microfono integrato, attraverso il quale potrai effettuare chiamate dallo smartphone o accedere all'assistente vocale.
Trattandosi di un modello Bluetooth, non riscontrerai alcun problema legato all'ingombro dei fili. In realtà, non essendo un paio di cuffie "real wireless", un cavo c'è: è quello che collega auricolare destro e sinistro. Essendo catarifrangente ti permetterà di visualizzare i pulsanti per il controllo volume e la gestione delle chiamate anche nelle ore notturne.

Autonomia, risposta in frequenza e accessori

La risposta in frequenza è di 10 Hz - 22 kHz.
L'autonomia della batteria ricaricabile agli ioni di litio integrata è di 10 ore; sono solo due le ore richieste per effettuare una ricarica completa.
Cosa è incluso la confezione? Gli auricolari, 3 inserti auricolari ergonomici, 3 inserti di 3 diverse taglie, il cavo USB per la ricarica e la custodia.

Video YouTube

PRO
  • Isolamento garantito dalla presenza di archetti da fissare alle orecchie.
  • Bassi intensi.
  • Microfono di ottima qualità per risultati non disprezzabili anche in chiamata.
  • Generale solidità costruttiva.
CONTRO
  • Manca un indicatore relativo allo stato di carica della batteria.
  • Qualità sonora buona, ma non al top.

9
Sony XBAN1AP

LE CUFFIE IN-EAR CON MICROFONO E TANTI ACCESSORI

68 / 100

Un colosso come Sony non poteva rinunciare a offrire agli amanti della musica una serie di cuffie in-ear ad alta risoluzione. Tra i vari modelli proposti ho avuto l'occasione di analizzare gli auricolari XBAN1AP, apparsi leggeri e comodi fin dai primi istanti.
Appena avviato il lettore mp3 le tue orecchie apprezzeranno il suono molto caldo, e la leggera spinta sulle basse frequenze. Ma le sensazioni saranno positive anche prendendo in considerazione frequenze medie e alte.

Cavo e microfono

Ho sempre apprezzato gli auricolari dotati di cavo sottile e, in questo caso, non ho alcuna rimostranza da fare nei confronti del modello Sony. La leggera zigrinatura che contraddistingue il cavo stesso evita uno dei problemi più diffusi, ossia la tendenza dei fili ad annodarsi nel momento in cui si procede a riporle dopo l'uso.
Le cuffie possono essere utilizzate anche per rispondere alle chiamate; l'apposito microfono, e il relativo pulsante multifunzione, sono posizionati all'estremità del cavo collegato all'auricolare sinistro.

Gli accessori: dai gommini alla clip

Come è sua abitudine, il produttore giapponese ha voluto affiancare agli auricolari un buon numero di accessori.
Nella confezione troverai non solo i tradizionali gommini (in 4 misure diverse), ma anche dei particolari gommini completamente lavabili, denominati "Triple-Comfort". A renderli "speciali" è il materiale, una schiuma che conferisce loro una grande comodità, favorendone anche l'isolamento dall'ambiente esterno.
A completare la dotazione sono una clip a coccodrillo, che potrai fissare ai tuoi capi (indossando le clip durante una corsa eviterà al cavo di "sbattere" sui vestiti) e un gommino da impiegare per arrotolare il cavo (regolandone la lunghezza).

Dati tecnici

Se l'impedenza è pari a 32 Ohm, questo modello beneficia anche di una gamma di frequenza nominale molto ampia (da 4 a 40.000 Hz). Non ho nulla da obiettare neppure per quanto concerne sensibilità (102 dB/mW) e potenza massima (100 mW).
Un'ultima considerazione, questa volta negativa la riservo al cavo rimovibile, in particolare alla sua lunghezza, di soli 1,2 metri. Ed è proprio tale valore a non avermi convinto, in quanto lo reputo insufficiente per massimizzare il comfort.

PRO
  • Accessori di qualità inclusi nella confezione.
  • Presenza dei gommini Triple-Comfort.
CONTRO
  • Cavo eccessivamente corto.

10
Powerbeats Pro Wireless

I MIGLIORI AURICOLARI IN-EAR WIRELESS PER SPORTIVI

90 / 100

I Powerbeats Pro Wireless sono compatibili con iOS e Android, e ti permetteranno di ascoltare i tuoi brani preferiti godendo di comfort (sono leggeri e regolabili) e di un'ottima stabilità.

Ideali per la corsa

Prova a indossarli prima di iniziare una sessione di corsa, e confermerai che una delle caratteristiche segnalate dal produttore, il "design rinforzato" sia pienamente rispettata. Anche in una giornata particolarmente calda, l’elevata quantità di sudore non influirà minimamente sul posizionamento degli auricolari, che rimarranno ben saldi nella loro sede. Lo stesso dicasi per un allenamento "battezzato" dalla pioggia.

Dalla disposizione dei comandi all'avvio automatico

Ho trovato ottimo l'inserimento dei controlli volume e riproduzione su ambedue gli auricolari, ma anche la possibilità di utilizzare i comandi vocali e l'esistenza della funzione automatica play/pausa.
Indossando le cuffie prima di un allenamento, saranno i sensori ottici e gli accelerometri ad avviare la musica automaticamente nel momento in cui darai il via agli esercizi.
Apprezzabile è anche la scelta di un Bluetooth di Classe 1, in grado di garantire un raggio d'azione più ampio minimizzando, allo stesso tempo, le perdite di connessione.

Autonomia e opzione Fast Fuel

Per quanto concerne l'autonomia, la batteria integrata assicura fino a un massimo di 9 ore di ascolto continuativo. Ma in questo ambito è la custodia di ricarica a fare la differenza. Utilizzandola porterai l'autonomia ad estendersi fino a 24 ore.
E se dovessi scoprire improvvisamente di non avere sufficiente ricarica nessun problema, in quanto sarà la modalità "Fast Fuel" a fornirti 90 minuti di autonomia con soli 5 minuti di ricarica all'interno della custodia.

Video YouTube

PRO
  • Comodissimi da indossare, rimangono ben saldi alle orecchie.
  • Qualità audio elevata, con bassi molto presenti.
  • Sistema Fast Fuel perfetto per beneficiare di una ricarica rapida.
CONTRO
  • Custodia ingombrante.
  • Non prevedono un vero e proprio sistema di riduzione del rumore.

Come Scegliere gli Auricolari In-Ear

Leggendo le mie recensioni avrai notato come ciascuno dei modelli presi in esame presenti delle caratteristiche interessanti. Ovviamente, se sei fortemente orientato ad acquistare un auricolare in-ear, ti suggerisco di valutare con attenzione quali siano le tue esigenze.
Sei abituato ad ascoltare musica mentre corri?
Ami farlo in treno o in autobus, nei trasferimenti verso il luogo di lavoro?
O, ancora, oltre ad ascoltare brani musicali sei in cerca di un modello che ti consenta di telefonare?

Tipologie di cuffie in-ear sul mercato

Sono 3 le tipologie di auricolari in-ear offerte da negozi tradizionali ed e-shop:

  1. cuffie cablate,
  2. auricolari wireless,
  3. i "Buds" noti anche come cuffie "true wireless".

Se le prime si collegano a qualunque dispositivo mediante cavo, gli auricolari bluetooth (detti anche "wireless") non necessitano di fili, in quanto la connessione ha luogo sfruttando la tecnologia bluetooth; l'unico cavo di cui sono dotate collega gli auricolari sinistro e destro. Le cuffie "true wireless", dal canto loro, rinunciano anche a quest'ultimo cavetto.

Vantaggi e svantaggi delle cuffie con cavo

Le più economiche sono sicuramente le cuffie cablate, sia per l'assenza della tecnologia Bluetooth che per la mancanza di una batteria: ad alimentarle, infatti, è il dispositivo cui si collegano.
Pur presentando una qualità audio molto elevata, e offrendo un suono pulitissimo, esiste un lato negativo delle cuffie con cavo. Il dispositivo scelto per la riproduzione dovrà essere dotato di un ingresso 3,5 mm per ospitare gli auricolari. E sempre più smartphone, soprattutto quelli di fascia alta, non lo possiedono.

Perché preferire gli auricolari in-ear bluetooth?

Pur più costose, le cuffie in-ear bluetooth si fanno apprezzare per l'estrema praticità, derivante dall'assenza del cavo. Te le consiglio, in modo particolare, per praticare sport mantenendo il ritmo con la musica. Ti garantiranno ampia libertà di movimento e, al contempo, non rischieranno di consumare la carica residua dello smartphone, in quanto ad alimentarle è una batteria integrata.
Se buona parte dei modelli in commercio offrono un'autonomia di circa 5/6 ore, negli auricolari top di gamma potrai ricaricarle direttamente all'interno dell'astuccio che le ospita.

Quali elementi tecnici valutare prima dell'acquisto?

Impedenza

In una cuffia (o in una cassa per la diffusione dei suoni) il termine impedimento fa riferimento a un parametro noto in ambito elettrotecnico. Gli altoparlanti alimentati da corrente elettrica, infatti, danno origine a un suono, ed è proprio quest'ultimo ad essere valutato dall'impedenza. In parole semplici, più elevato sarà il valore dell'impedenza, migliore sarà la resa dell'auricolare, ovviamente tenendo conto del tipo di sorgente utilizzata.
Nel caso di uno smartphone, ma anche di un lettore mp3, avrai a che fare con una sorgente a bassa potenza, per cui sarebbe meglio optare per cuffie a bassa impedenza, tra i 16 e i 32 ohm.

Gamma di Frequenza, Risposta in Frequenza o Lunghezza di Banda

Ti sarà certamente capitato di vedere, osservando le caratteristiche di una cuffia riportate sulla confezione, la presenza di un parametro misurato in Hz (Hertz) o kHz (chilo Hertz). Questa unità di misura fa riferimento alla gamma di frequenza (chiamata anche risposta in frequenza e lunghezza di banda).
Considerando che i suoni rappresentano delle frequenze emesse a varie lunghezze d'onda percepibili dall'orecchio umano, il valore in Hz-kHz descrive le frequenze più alte e più basse che una cuffia è in grado di riprodurre.
Se le frequenze medie vengono riprodotte senza problemi anche da cuffie meno performanti, solitamente sono quelle basse e alte a necessitare di una qualità più elevata. A un range di frequenza più ampio corrisponde una riproduzione del suono decisamente fedele.
Se sei un grande appassionato di musica elettronica, della Trap o di altri generi musicali in cui è ampio l'utilizzo delle frequenze basse, non potrai esimerti dal controllare la lunghezza di banda prima di procedere all'acquisto.
È anche vero che le cuffie in-ear di ottima qualità sono solite offrire una risposta ottima indipendentemente dal genere musicale oggetto di riproduzione. E anche la qualità in chiamata risulta molto buona.

Sensibilità e peso

Sono i Decibel (indicati come dB), a definire la potenza che una cuffia può riprodurre senza provocare una distorsione del suono. Di conseguenza, in presenza di un valore di sensibilità decisamente basso (per intenderci sotto gli 85 dB), ascoltando la musica a volumi non indifferenti potresti notare dei fastidiosi "crepitii".

Conclusione

Lasciamelo dire: scegliere i migliori auricolari sul mercato non è stata un'impresa facile. Non solo perché ho voluto porre a confronto modelli di fascia alta (tranne uno), scartando opzioni economiche (ma anche meno performanti). La difficoltà è determinata anche dal fatto che a influire sulla qualità dell'ascolto sono diversi fattori.

Ma quando ho provato le Bose QuietComfort 20, sapevo già che l'esperienza si sarebbe rilevata estremamente positiva.

È una tecnologia di riduzione del rumore eccellente a condurmi attraverso un ascolto piacevole e coinvolgente. La resa acustica è davvero sorprendente, e senza alcuno sbilanciamento. E gli ottimi materiali mi hanno permesso di utilizzare queste cuffie per un paio d'ore senza che provassi alcun fastidio.

Ho ascoltato brani rock, ballate pop, musica elettronica, metal e classica riuscendo a percepire ogni minima sfumatura.
Cosa potevo chiedere di più?

Commenti

Ti potrebbe interessare anche