Migliori Cuffie da Gaming [5 modelli TOP per Qualità e Prezzo]

Mattia De Rossi 12/8/2020
MIGLIORE SECONDO ME
Srhythm NC35
56,99 €
Disponibilità immediata
Spedizione gratuita
Trust Gaming GXT 488
46,17 €
Disponibilità immediata
Spedizione gratuita
Razer Kraken
76,97 €
Disponibilità immediata
Spedizione gratuita
Logitech G432
54,99 €
Disponibilità immediata
Spedizione gratuita
CONVENIENTE
Beexcellent GM-3
22,99 €
Disponibilità immediata
Spedizione gratuita

  • Nel mondo delle tecnologie legate all’audio, le cuffie auricolari da sempre ricoprono un’importanza fondamentale ed il mercato offre svariati prodotti, differenziati anche per tipologia di impiego. In queste righe, ad esempio, ho deciso di parlarti delle cuffie da gaming, ovvero quelle dedicate ai videogame. Come si distinguono le cuffie da gaming rispetto a quelle tradizionali? In linea di principio da due caratteristiche: dal microfono in dotazione, che permette di comunicare con gli altri giocatori in chat, e dal cosiddetto “audio immersivo”, ovvero quell’esperienza che permette di immergerti totalmente nel gioco grazie a un perfetto isolamento acustico, senza quindi lasciarti distrarre dai rumori esterni.
  • In queste righe non solo ti dimostro che le cuffie da gaming possono offrirti una grande esperienza audio, ma elenco anche quelle che, secondo me, sono le migliori sia da un punto di vista qualitativo, sia nel rapporto qualità-prezzo. I modelli presi in considerazione sono:
  • Spoiler Alert: se hai fretta di conoscere quelle che io ritengo essere le migliori cuffie da gaming, ti dico subito che a mio avviso le Srhythm NC35 sono una spanna sopra le altre.
  • Leggi anche la sezione come scegliere le cuffie da gaming, che ho aggiornato il 12.08.2020, se vuoi fare una scelta meno frettolosa.

Srhythm NC35

MIGLIORI CUFFIE DA GAMING SECONDO ME

Le cuffie da gaming della Srhythm mi hanno piacevolmente sorpreso perché riescono a coniugare alte prestazioni con grande comodità. Vantano una tecnologia ANC Noise Cancelling che elimina oltre il 90% dei rumori di fondo, offrendoti un suono pulito anche se ti trovi in ambienti particolarmente rumorosi.
Le Srhythm regalano un audio di tipo stereo, con bassi pieni e profondi, e la qualità dell’audio mi ha quindi soddisfatto molto.

Lunga autonomia e rapida ricarica

Le cuffie da gaming Srhythm NC35 sono wireless e quindi periodicamente necessitano di ricarica, ma nel provarle non ho mai patito lunghe attese.
Alla prima prova le ho lasciate in carica per circa un paio di ore, e testandole ho potuto appurare in prima persona che effettivamente vantano un’autonomia di oltre 40 ore, così come indicato nelle istruzioni.
La vera sorpresa, tuttavia, è stato nello sperimentare la ricarica breve: io sono un eterno distratto, quindi mi capita spesso di sedermi alla console dimenticandomi di avere le cuffie da gaming completamente scariche.
Ho messo in ricarica le cuffie NC35 della Srhythm, totalmente scariche, per circa 10 minuti, proprio per vedere quanto avrebbero retto, e qui la sorpresa: oltre 3 ore di sessione di gioco senza batter ciglio!
Di contro, in quei casi in cui non puoi concederti nemmeno i 10 minuti della ricarica rapida, puoi ovviare con il cavo jack da 3,5mm da collegare direttamente al dispositivo. Il cavo è di appena 1 metro, quindi l’ho trovato molto scomodo perché mi sentivo “legato” alla console.

Riassumendo

Le Srhythm NC35 sono comode e leggere da indossare, con una buona qualità audio e una tecnologia di ricarica rapida che permette di godere in pieno dell’esperienza wireless. Se il cavo jack di emergenza avesse avuto una lunghezza adeguata non avrei avuto nulla da ridire.

PRO
  • Ricarica rapida.
  • Comode e leggere.
  • Lunga autonomia.
CONTRO
  • Cavo jack di emergenza di appena 1 metro (come non averlo).

Trust Gaming GXT 488

MIGLIORI CUFFIE DA GAMING PER PS4

Ottimo audio stereo

Le GXT 488 della Trust sono delle cuffie da gaming davvero eccellenti, con una qualità audio stereo eccezionale, trasmessa attraverso degli speaker da 50 mm inseriti in padiglioni over-ear che garantiscono il perfetto isolamento acustico.

Massima comodità

Nel provare queste cuffie sono stato piacevolmente colpito dalla comodità nell’indossarle: solitamente i prodotti over-ear alla lunga possono risultare “invadenti”, ma ho affrontato diverse ore di sessioni di gioco senza fastidi.

PS4 Addicted

Le GXT 488 della Trust sono state realizzate appositamente per la PS4, tant’è che sono marchiate e approvate dalla console Sony. Le cuffie si collegano al dispositivo attraverso un cavo jack da 3,55 mm di 1,20 metri, una lunghezza accettabile per non sentirsi “legati al guinzaglio”.

Microfono pieghevole eccellente

Il microfono in dotazione alle GXT 488 è di quelli pieghevoli, che possono quindi facilmente adattarsi alle proprie esigenze. Provato durante le chat di gioco con i miei amici, le conversazioni sono state pressoché perfette, dato che le mie parole arrivavano agli interlocutori forti e chiare.

Riassumendo

Se hai una PS4 e non sei interessato ad altre console, queste cuffie possono essere il prodotto che cercavi, leggere da indossare e con un ottimo “audio immersivo”. Pur apprezzando il prodotto in sé, tuttavia, trovo molto penalizzante il fatto che l’utilizzo non sia garantito per le altre console.

PRO
  • Ottimo audio stereo.
  • Massima comodità.
  • Microfono eccellente.
CONTRO
  • Prodotto solo per PS4.

Razer Kraken

MIGLIORI CUFFIE DA GAMING SE INDOSSI OCCHIALI

Parola d’ordine: comodità

Delle Razer Kraken ho apprezzato in assoluto la comodità nell’indossarle. Le cuffie hanno padiglioni on-ear al cui interno è presente un’infusione gel refrigerante: questa semplice intuizione mi ha in effetti permesso di indossarle per diverse ore senza sudare, e al tempo stesso ho avvertito un ottimo isolamento acustico.
Ancor più geniale, a mio avviso, la scanalatura nascosta all’interno dei padiglioni per permettere “l’alloggio” delle stecchette degli occhiali. Io porto appunto gli occhiali, quindi ho davvero apprezzato questa attenzione per la mia categoria spesso bistrattata, quella dei “vedenti ma non abbastanza”.

Microfono unidirezionale

Le cuffie Razer Kraken vantano un microfono retrattile unidirezionale, il che è perfetto se abiti in una casa, che, come la mia, è un porto di mare dove passano un sacco di persone. Con il microfono unidirezionale, infatti, i rumori di fondo non vengono percepiti e viene trasmessa solo la tua voce quando le utilizzi.

Buona qualità audio

Grazie agli speaker di cui sono dotate, il suono prodotto dalle cuffie da gaming Razer Kraken è davvero buono.
Molto penalizzante, invece, la connessione con jack da 3,5 mm: quando ho provato queste cuffie sulla mia Xbox One ho notato con rammarico che c’era bisogno di un adattatore stereo. Sarebbe bastato che queste cuffie avessero avuto un ormai tradizionale cavo USB e non ci sarebbero stati problemi.

Riassumendo

Le Razer Kraken sono anzitutto molto comode. Per quel che riguarda le prestazioni tecniche, invece, sono nella media, con il “peccato originale” del cavo jack 3,5mm che costringe in alcuni casi a dover ricorrere a un adattatore. Bene ma non benissimo.

PRO
  • Padiglioni refrigeranti.
  • Alloggio stecchette occhiali.
  • Microfono Unidirezionali.
CONTRO
  • Cavo jack unico metodo di connessione.

Logitech G432

MIGLIORI CUFFIE DA GAMING CON AUDIO SURROUND

Speaker da 50 mm con audio Surround

Quando la Logitech ha creato queste cuffie, ha evidentemente preteso dai sui sviluppatori che l’esperienza audio fosse messa in primo piano, e devo dire ci sono riusciti alla grande. Queste cuffie hanno padiglioni over-ear con speaker da 50 mm, con un ottimo isolamento acustico.
Interessante anche la tecnologia audio surround, con oltre 7.1 canali.
Chi mi conosce sa bene quanto io sia scettico sul surround applicato alle cuffie da gaming perché, come avrai modo di scoprire nei prossimo paragrafi, si tratta di una soluzione “virtuale”.
Devo ammettere che Logitech mi ha fatto parzialmente ricredere: grazie alla qualità audio di queste cuffie da gaming, riuscivo a sentire il “rumore dei nemici” in Fortnite con assoluta nitidezza. Di contro, come tutti i surround virtuali, questa tecnologia non può funzionare se prima non installi il software Logitech G HUB.

Connessione USB e Jack 3,5mm

Per mettere tutti d’accordo, con le cuffie da gaming G432 Logitech ha inserito la doppia soluzione di connessione, sia con USB che con jack da 3,5 mm. Questa semplice soluzione permette la compatibilità di queste cuffie con tutti i device in commercio, dai PC agli smartphone passando per le principali console.
Interessante anche il microfono in dotazione, modello a braccio da 6 mm con controllo volume: durante le chat di gioco i miei amici mi sentivano forte e chiaro.

Riassumendo

Le cuffie da gaming Logitech G432 offrono un’ottima esperienza audio, con isolamento acustico perfetto ed esperienza di gioco “immersiva” garantita.
La scelta del surround virtuale estromette tutti quei dispositivi su cui non si può installare l’apposito software, e anche in termini di comodità ci sarebbe da migliorare: però l’esperienza di gioco che ho avuto con Fortnite compensa tutte queste carezze.

PRO
  • Esperienza audio immersiva.
  • Doppia connessione USB e jack 3.5 mm.
  • Microfono eccellente.
CONTRO
  • Obbligatoria installazione software per surround virtuale.
  • Non comodissime.

Beexcellent GM-3

CUFFIE DA GAMING ECONOMICHE

Audio Immersivo garantito

La Beexcellent è un’azienda del settore che opera da anni, e che a mio avviso non ha la fama che merita. Nel provare queste cuffie, modello GM-3, ad esempio, sono rimasto piacevolmente colpito dall’audio “immersivo”: nonostante sia una semplice qualità stereo. Durante le sessioni di gioco sentivo distintamente ogni rumore proveniente dal videogame.

Microfono eccellente

Il microfono in dotazione alle GM-3 è di quelli classici a braccio, con tecnologia “noise cancelling” inclusa, che elimina ogni rumore di fondo. Provato in chat con gli amici, ho potuto appurare che la qualità audio è eccellente, peccato solo per la regolazione del volume in dotazione, che in certi casi ho trovato troppo basso anche spostando il livello al massimo.

Collegamento jack da 3,5

Aprendo la confezione delle cuffie ho trovato due cavi in dotazione, quello jack da 3,5 mm e uno USB. Ho pensato subito che si trattasse della classica doppia soluzione di connessione che ormai la maggior parte delle cuffie da gaming adotta, ma con mio sommo stupore ho poi scoperto che il cavo USB serve esclusivamente ad accendere i led delle cuffie, mentre il canale audio è solo con il jack da 3.5 mm.
Per carità, le cuffie con i led accesi sono una figata pazzesca, ma di sicuro non vinceranno mai il premio “accessorio più utile dell’anno”.

Riassumendo

Le cuffie da gaming GM-3 della Beexcellent sono un buon prodotto, economico, con una qualità audio immersiva garantita e un eccellente microfono. Il prodotto è penalizzato dal volume non sempre ottimale, mentre il cavo USB solo per i led mi ha letteralmente sconcertato: si può e deve fare di più.

PRO
  • Qualità audio immersiva.
  • Microfono eccellente.
  • Prezzo.
CONTRO
  • Volume non sempre ottimale.
  • Il cavo USB serve solo per i led.

Come Scegliere le Cuffie da Gaming

Come tutti i prodotti high-tech, anche la cuffie da gaming hanno svariate caratteristiche, da prendere in considerazione a seconda delle prestazioni che cerchi o dalle tue esigenze personali. In queste righe vedremo le principali peculiarità di questi prodotti e, in questo modo, potrai acquistare le tue cuffie da gaming analizzando tutti i pro e i contro con assoluta competenza.

PC o Console?

Partiamo dalle basi: per quale dispositivo ti servono le cuffie da gaming: PC o Console? Nonostante la stragrande maggioranza delle cuffie in commercio sia compatibile con entrambi, non darlo per scontato. Al momento dell’acquisto, quindi, ricordati di verificare che le cuffie scelte abbiano nell’elenco dei dispositivi compatibili anche quello in tuo possesso. Se hai inavvertitamente delle cuffie non compatibili e non puoi più restituirle, in commercio esistono fortunatamente degli adattatori che potrebbero fare al caso tuo.

Microfono: si o no?

Di norma, le cuffie da gaming sono quelle dotate di microfono, perché in questo modo puoi comunicare con i tuoi amici durante le partite online, o semplicemente registrare un commento.
Se anche tu cerchi cuffie da gaming con microfono integrato, assicurati che il dispositivo sia dotato di “noise cancelling”, ovvero la tecnologia che permette di eliminare i rumori di fondo.
Il microfono può essere di due tipi: omnidirezionale e unidirezionale. La differenza è che nel primo caso i suoni vengono captati allo stesso modo a prescindere dalla direzione da cui provengono, mentre quello unidirezionale da maggiore rilevanza ai rumori che provengono dal lato verso cui il microfono è “puntato”.
Se per qualche ragione sei abituato a giocare partite in ambienti particolarmente caotici, l’ideale per te è il microfono unidirezionale. Se invece giochi sempre in ambienti dove vige un “religioso silenzio” può andar bene anche il microfono omnidirezionale.

Input/output con jack o con USB?

Le cuffie in commercio possono funzionare tramite cavo USB o con il classico jack audio da 3,5 mm (analizzeremo quelle wireless a breve), e perfino la scelta dell’input/output ha la sua importanza.
Potendo scegliere, le cuffie ideali sono quelle con cavo USB sia perché sono dotate di una scheda audio integrata che migliora la qualità del suono, sia perché con questa tecnologia potrai smistare le varie sorgenti audio (esempio: conversazioni chat via cuffie, audio gioco via casse della TV o del PC).
Se giochi con il PC e non ti interessa smistare i vari audio, allora anche le classiche cuffie da gaming con jack da 3,5 mm vanno bene.

E se passassi alle cuffie wireless?

Diciamolo subito: le cuffie da gaming wireless sono sicuramente quelle più “cool”.
Sono anche molto comode, perché non ti “legano” alla console o al PC come un cane al guinzaglio. Al tempo stesso, tuttavia, prevedono una maggiore attenzione da parte tua perché, funzionando a batteria, se non ti ricordi di ricaricarle potresti rimanere senza audio durante una chat di gioco.
Per non correre rischi, quindi, ti consiglio di prendere cuffie da gaming wireless che abbiamo un’autonomia della batteria molto elevata.
Per quel che riguarda la qualità audio, invece, non ci sono differenze sostanziali con le versioni con cavo USB o jack.

Suono stereo o surround?

Questo è un quesito, ahimè, che dovrò “smontarti” presto.
La differenza tra stereo e surround sta nella quantità di canali audio, 2 nel primo caso e 5.1/7.1 nel secondo.
Per chi cerca la migliore qualità audio, di norma, il suono surround è da preferirsi.
Il punto è che le cuffie da gaming in commercio che hanno un “vero” surround sono poche, e costano molto. La maggior parte delle cuffie che vantano il surround ne hanno in realtà una versione “virtuale”, cioé simulata da un software in dotazione al prodotto, che “crea” più canali anche se gli speaker sono sempre 2.
Questo porta a due problemi: in primis, il surround virtuale non si discosta molto dalla qualità audio stereo, quindi il gioco non vale la candela. In secundis, il software per il surround virtuale funziona solo se installato su PC, quindi ad esempio sulle console non può comunque essere utilizzato.

On-ear vs Over-ear

Queste due definizioni, a chi non mastica l’inglese, possono appare altisonanti, ma in realtà indicano semplicemente il formato delle cuffie: quelle on-ear si appoggiano all’orecchio, mentre quelle over-ear lo avvolgono totalmente.
Quale scegliere fra le due?
A questa domanda puoi darti solo tu una risposta, perché si tratta di considerazioni soggettive. In pratica, le cuffie on-ear sono comode, ma non isolano dai rumori esterni. Quelle over-ear, invece, ti assicurano un isolamento acustico perfetto, ma alla lunga, soprattutto nelle giornate più calde, possono risultare scomode da indossare.
Come in un classico caso da “coperta corta”, dovrai quindi rinunciare a qualcosa: cosa preferisci, cuffie comode o perfetto isolamento acustico? A te la scelta.

Conclusione

Alla luce di tutto quello che ti ho esposto, le cuffie da gaming Srhythm NC35 vincono in questa mia speciale TOP 5.
Le ho scelte perché sono comode, garantiscono un ottimo audio e nella disputa USB vs jack se ne escono alla grande utilizzando direttamente la tecnologia wireless.

Senza contare che la tecnologia di ricarica rapida permette lunghe partite anche con appena 10 minuti di energia elettrica ricaricata.

E tu, credi che il binomio wireless + ricarica rapida sia il futuro delle cuffie da gaming, o ritieni che in termini di qualità audio le soluzioni senza fili debbano ancora farne di strada? Dammi la tua opinione nella sezione commenti!

Commenti