Miglior Cassa JBL [Confronto 5 Modelli Bluetooth Portatili]

Mattia De Rossi 20/8/2020
MIGLIORE SECONDO ME
JBL Flip 4
 
Attualmente non disponibile
 
JBL Flip 5
99,99 €
Disponibilità immediata
Spedizione gratuita
JBL GO2
31,95 €
Disponibilità immediata
 
JBL Charge 4
141,99 €
Disponibilità immediata
Spedizione gratuita
OTTIMO PER QUALITÀ-PREZZO
JBL Boombox
453,90 €
Disponibilità immediata
Spedizione gratuita

  • Nel scrivere questo articolo sulle migliori casse JBL, mi sono chiesto se le grandi catene di hi-tech avessero invaso anche questo settore o se invece le industrie specializzate stessero resistendo al fagocitare della distribuzione di massa. Sono rinsavito dopo pochi secondi, quando mi sono ricordato che la JBL ancora oggi svernicia la concorrenza grazie alla qualità dei suoi prodotti. È per questo motivo che nelle prossime righe ti illustrerò un confronto sincero tra 5 modelli di speaker della JBL, perché non esiste al mondo un prodotto che possa neanche lontanamente avvicinarsi alla qualità di quelli realizzati dall’azienda con sede a Northridge, in Los Angeles. I 5 modelli sono:

JBL Flip 4

LA MIGLIOR CASSA JBL SECONDO ME

Come ho avuto modo di dirti poc’anzi, la JBL Flip 4 è a mio avviso la migliore cassa che abbia mai prodotto la nota azienda americana. Dalla qualità audio alla resistenza della scocca, dall’autonomia alla compatibilità con varie app, sono rimasto soddisfatto sotto tutti i punti di vista.

Qualità audio eccezionale

Fra tutti quelle che ho preso in considerazione, le casse JBL Flip 4 sono quelle che sicuramente in termini audio ti possono soddisfare di più, che se ci pensi... è la cosa più importante!
Sicuramente la presenza della tecnologia Polyplas, di cui ti parlerò più avanti, ha avuto il suo peso, ma ritengo che sia il prodotto nel suo insieme a garantire l’ascolto della musica con una qualità che mai avevo provato prima.

Resistente ad acqua e polvere

Le JBL Flip 4 hanno una forma cilindrica che permette un’ottima diffusione del suono, ma al tempo stesso la scocca si mostra resistente e non sembra temere nulla.
La confezione parlava di resistenza all’acqua eccellente, e poiché sono un diffidente di natura ho aperto la fontana di casa e ho messo la JBL Flip 4 sotto l’acqua corrente per diversi minuti. Risultato? Nessuno, nel senso che dopo le casse hanno funzionato come se io non avessi mai fatto questo test, quindi l’appellativo “waterproof” se lo meritano in pieno.

Compatibilità con diverse app

Le JBL Flip 4 sono casse che possono supportare il collegamento di due smartphone collegati contemporaneamente via bluetooth, e sono compatibili con varie applicazioni. Ad esempio, sono perfette per usare Siri o l’Assistente vocale Google.
Sono ovviamente compatibili anche con l’app ufficiale, JBL Connect+, ma in questo caso non si tratta di una buona notizia: l’applicazione si mostra poco intuitiva e piena di bug, quindi l’ho disinstallata dal mio smartphone dopo pochi minuti.

Riassumendo

Le JBL Flip 4 sono le migliori casse in assoluto dell’omonima azienda americana perché hanno una qualità audio senza pari, sono facili da usare e grazie alla tecnologia bluetooth possono essere usate con quasi tutti i device in commercio.

PRO
  • Ottima qualità audio.
  • Resistenti all’acqua.
  • Compatibile con Siri e Assistente Google.
CONTRO
  • Problemi con JBL Connect+.

JBL Flip 5

LE MIGLIORI CASSE JBL PER FESTE ALL’APERTO

Il diffusore JBL Flip 5 è probabilmente il miglior prodotto per la musica in mobilità. Grazie ai collegamenti disponibili con tecnologia bluetooth, le JBL Flip 5 si adattano a qualsiasi tipo di device mobile, come smartphone, tablet o altro.
Se vuoi usarle con un vecchio PC sprovvisto di bluetooth e wireless, sappi che in dotazione vi è anche un comodo cavo USB.

Scocca super resistente

La prima cosa che ho notato nelle casse JBL Flip 5 è che vantano una struttura davvero resistente. Il prodotto non solo è resistente all’acqua, ma non riporta alcun segno di usura nemmeno se a contatto con sabbia o con altro materiale da esterno.
Di conseguenza, dare una festa in spiaggia con le casse JBL Flip 5 è probabilmente la miglior idea che potrebbe venirti se avessi questo prodotto tra le mani. Sarebbe inoltre una festa destinata a vedere albeggiare all’orizzonte, perché le JBL Flip 5 hanno un’autonomia nominale di oltre 12 ore: in realtà con bassi potenti e musica a volume massimo durano circa 10 ore, più che sufficiente per reggere una festa che mira a essere leggendaria.

Compatibili con altri prodotti JBL

Altro aspetto interessante che mi ha fatto capire che le Flip 5 sono le migliori casse per far baldoria con gli amici è la presenza della modalità JBL PartyBoost. In pratica è possibile collegare le Flip 5 con altre casse della JBL, al fine di rendere la resa audio, sia in interni che in esterna, davvero eccezionale.

Piccole ma potenti

Le Flip 5 vantano una potenza audio effettiva di ben 20 watt, un valore di tutto rispetto se si considera che si parla di un prodotto lungo meno di 20 cm da portare in mobilità. La qualità audio è eccellente, e anche a volume massimo non vi sono distorsioni o rumori di altro genere.

Riassumendo

Le JBL Flip 5 sono le migliori casse per i “festaioli all’improvviso” perché sono potenti, comode da portare con sé e compatibili con tutti i dispositivi con tecnologia bluetooth, wireless o USB.

PRO
  • Ottima qualità audio.
  • Resistenti all’acqua e alla polvere.
  • Compatibili con la maggior parte dei device.
CONTRO
  • Assenza di display.

JBL GO2

MIGLIOR MINISPEAKER JBL

Se pensi che la musica non sia solo quella ascoltata a volume massimo e con bassi pompanti, e prediligi i piccoli sottofondi audio da portare con te, le casse JBL GO2 sono proprio quello che fa per te.

Tanto piccole quanto resistenti

La JBL GO2 mi ha colpito anzitutto per le sue dimensioni contenute: con il suo peso inferiore ai 200 grammi racchiuso in meno di 8 cm per lato questo prodotto può essere infilato senza problemi nella tasca del cappotto o in una piccola borsetta.
A dispetto delle dimensioni contenute, tuttavia, ho trovato queste casse particolarmente resistenti agli urti e agli schizzi d’acqua. Nonostante da descrizione ufficiale della JBL siano dichiarate waterproof, tuttavia, eviterei di immergerle per molto tempo in acqua.

Ottima qualità audio

È evidente che con dimensioni così ridotte la potenzia audio della JLB GO2 non sia elevata, eppure i 3 Watt degli speaker meritano rispetto. Le ho testate per ascoltare un po’ di musica in tranquillità in casa, e le ho usate anche come vivavoce con il mio smartphone (il collegamento bluetooth è di serie), e in entrambi i casi sono rimasto molto soddisfatto dell’audio prodotto.
È evidente che non sono sufficientemente potenti per metter su all’improvviso un festino con gli amici.

Riassumendo

Se cerchi un minispeaker da infilare in tasca per ascoltare la musica come e quando vuoi, che resista agli urti e sia protetto dagli schizzi d’acqua, le casse JBL GO2 sono quello che fa per te.

PRO
  • Dimensioni contenute.
  • Facile da trasportare.
  • Ottima qualità audio.
CONTRO
  • Poco resistente all’acqua.

JBL Charge 4

MIGLIOR CASSA JBL PER AUTONOMIA

Non sono uno sviluppatore della JBL, ma probabilmente so bene perché queste casse sono state chiamate Charge 4. Il termine ricorda l’azione di ricarica della batteria, ed è proprio nell’autonomia energetica del prodotto che ho trovato la sua migliore qualità.

Durano davvero a lungo

Sulla confezione delle JBL Charge 4 c’è scritto che hanno un’autonomia di oltre 20 ore. Testando questi prodotti da tempo immemore so bene che le ore indicate sono puramente indicative, perché molto dipende dal volume utilizzato e dalla potenza dei bassi.
Ho accesso le JBL Charge alle 8 di mattina, a tutto volume (ero solo in casa e vivo lontano dal centro abitato, non ho disturbato nessuno, non preoccupatevi!) e queste si sono arrese solo alle 2 di notte.
Le Charge 4 hanno resistito a pieno regime per ben 18 ore, e potrebbero quindi da sole reggere un rave.

Connessione con 2 device contemporaneamente

Oltre a durare a lungo, le JBL Charge 4 hanno un sacco di altre qualità.
Interessante ad esempio la possibilità di collegare alle casse ben 2 device contemporaneamente. Oltre a collegarsi via bluetooth, inoltre, queste casse sono dotate anche di porta USB.
La batteria agli ioni di litio da 7800 mAh (a cui vanno i meriti della lunga durata) si ricarica completamente in appena 4 ore. La scocca non si mostra particolarmente resistente ma sembra comunque compiere egregiamente il suo dovere, mentre sulla possibilità di connettere il prodotto via app con JBL Connect+ sai già come la penso se hai letto la recensione sulle Flip 4. Questa app non mi piace per nulla (spiacente).

Riassumendo

La cassa JBL Charge 4 mi ha soddisfatto perché ha un’autonomia così elevata che quasi mi fa dimenticare che ha bisogno periodicamente di essere ricaricata. La qualità audio JBL è certificata, permette a due smartphone di collegarsi contemporaneamente e sarebbe solo da migliorare nella scocca.

PRO
  • Autonomia eccezionale.
  • 2 device contemporaneamente.
  • Qualità audio ottima.
CONTRO
  • Scocca non molto resistente.

JBL Boombox

LE MIGLIORI CASSE JBL PER RAPPORTO QUALITÀ – PREZZO

Le casse JBL Boombox rappresentano il perfetto equilibrio per chi cerca ottime casse e vuole pagarle il giusto: sono davvero potenti, facili da usare e collegabili con tutti i dispositivi che supportano la tecnologia bluetooth.

Qualità audio eccellente

La potenza in uscita della JBL Boombox, dotata di due speaker, è di ben 60 Watt nominali. Il che significa non solo che la potenza della musica prodotta è altissima, ma grazie anche alla tecnologia Polyplas in dotazione il suono è pulito e senza fastidiosi ritorni.

Design compatto e protezione waterproof

Nonostante la potenza espressa, le casse JBL Boombox presentano un design compatto e resistente all’acqua. Potrai portare queste casse al mare, in piscina o dove ti pare senza doverti preoccupare.
Inoltre, sono dotate di batterie integrate da 20000 mAh che hanno un’autonomia di 24 ore (alla prova dei fatti, le JBL Boombox mi hanno dato soddisfazione per oltre 12 ore). Alla luce di questa grande autonomia, anche i tempi di ricarica ne risentono: per vedere la batteria al 100% ci sono volute più di 6 ore.

Compatibilità con app JBL

Queste casse sono inoltre compatibili con l’app JBL Connect+, con la quale si può accedere alle Boombox direttamente da smartphone grazie alla tecnologia bluetooth. L’idea di per sé è geniale, ma parlare sempre male dell’app JBL Connect+ mi sembra una sorta di accanimento terapeutico, al quale mi sottraggo stavolta.

Riassumendo

Se cerchi delle casse JBL che coniughino una qualità audio eccellente a una grande comodità di utilizzo, le Boombox sono il miglior prodotto sul quale puoi puntare.

PRO
  • Qualità audio eccezionale.
  • Resistente all’acqua.
  • Grande autonomia.
CONTRO
  • App JBL Connect+ da evitare.

Come scegliere le migliori casse JBL

La JBL è un’azienda che da decenni domina il settore delle casse e degli speaker, quindi prima di passare all’acquisto effettivo è bene fissare alcuni concetti sulle caratteristiche della cassa più adatta alle tue esigenze.

Le dimensioni contano

Quando si parla di casse la qualità del suono è sicuramente fondamentale, ma è altrettanto importante acquistare un prodotto che per dimensioni e design si adatti alle tue esigenze. Ad esempio, se cerchi delle casse da installare nel salotto di casa tua, molto probabilmente puoi tralasciare le dimensioni di ingombro e concentrarti sulla qualità del suono.

Se invece vuoi acquistare delle casse JBL da usare in mobilità, assicurati che abbiano un design compatto e che siano waterproof . Se credi che le casse idro-resistenti siano un’esagerazione, raccontamelo quando le avrai usate per i tuoi festini al mare o in piscina, dove i tuoi amici schizzeranno acqua dappertutto e ti rovineranno un prodotto costato diverse centinaia di euro.

Tipologie di connessione

Nonostante il mercato offra ancora prodotti dotati di cavo, ritengo che per la massima comodità devi considerare solo casse che possano vantare una connessione bluetooth.

La tecnologia Bluetooth avrà anche i suoi anni, ma ancora oggi è la migliore perché garantisce grande compatibilità con la maggior parte dei dispositivi e una qualità dell’audio davvero eccezionale. Se trasmetti musica da PC, smartphone o tablet, potrai sicuramente usare casse JBL bluetooth. Se il dispositivo sorgente, di cui sei dotato, può essere collegato alle casse anche in modalità wireless o NFC, potresti optare anche per prodotti compatibili con queste tipologie di connessioni senza fili, anche se sono più “rari” e costosi.

Suono del nuovo millennio: il sistema Polyplas

Se in queste righe ho deciso di parlarti esclusivamente delle casse JBL, non è solo perché è l’azienda che offre i migliori prodotti per il settore audio, ma soprattutto perché negli anni si è spesa in maniera importante per offrire sempre un suono migliore.

La tecnologia Polyplas è probabilmente quanto di meglio abbiano partorito dalle parti di Northridge: si tratta di un semplice driver, di dimensioni contenute, che garantisce un suono più potente e pulito.

Ti sfido a provare anche solo una volta delle casse JBL con Polyplas e a confrontarle con qualsiasi altro speaker audio: fidati, dopo questo test tutte le altre saranno solo “dispositivi gracchianti”.

Grande autonomia della batteria

Dato che ho preso in considerazione solo casse JBL che vantano la tecnologia bluetooth, va da sé che ti serviranno prodotti dalla grande autonomia, soprattutto se dovrai usarle in mobilità. In fase di acquisto, quindi, valuta solo casse che possono garantirti almeno un’autonomia dichiarata di 8 o 9 ore.

Tuttavia, non illuderti: testando questi prodotti ho scoperto che se usati a volume medio o alto l’autonomia si riduce di qualche ora. Allo stesso tempo, quasi tutte le casse JBL hanno batterie agli ioni di litio (come quelle degli smartphone, per intenderci) e si ricaricano completamente in poche ore.

La potenza è nulla senza il controllo

Altro aspetto fondamentale da considerare è ovviamente la potenza delle casse da acquistare, che notoriamente si esprime in Watt. In linea generale, mi basterebbe dirti che maggiore è la potenza di suono che cerchi, e più alto dovrà essere il numero di Watt. Tuttavia, alla prova dei fatti potresti notare la differenza fra valore “nominale” dei Watt (quello ovvero dichiarato sulla confezione) e quello “massimo”, dove il più delle volte il suono prodotto non è mai pulito.

Il valore massimo è riferito ad un picco che dura pochissimo e che non deve interessarti più di tanto; viceversa il valore nominale è quello su cui ti consiglio di porre attenzione. Se necessiti di casse potenti, quindi, concentrati su quelle che hanno un valore nominale elevato.

Raggio d’azione

Se compri delle casse potenti per fare una festa in piscina, e queste producono musica che non si sente nemmeno a due metri di distanza, capisci da solo che la festa è destinata a fallire. Ricordati quindi di scegliere delle cuffie JBL che garantiscano un raggio d’azione della connessione wireless di almeno 10 metri.

Qualità del suono

Questa caratteristica ho voluto inserirla per ultima non perché fosse meno importante, anzi, è il valore fondante di una cassa audio. Tuttavia, dopo aver testato per diverso tempo i prodotti della JBL posso affermare con assoluta certezza che in termini di qualità audio non sono riuscito a trovare alcuna critica da muovere. Se cerchi prodotti di elevata qualità audio, quindi, con qualsiasi cassa JBL vai sul sicuro.

Conclusioni

In definitiva, se hai letto questa mia guida e decidi di acquistare le casse JBL Flip 4, capirai in pochi secondi per quale motivo sono diventate le mie preferite.

Leggendo con attenzione il mio piccolo vademecum sul come scegliere le migliori casse, noterai che le Flip 4 sono quelle che meglio di tutte rispondono ai requisiti richiesti: ottima qualità audio, non troppo grandi, connessione bluetooth e sistema Polyplas in dotazione.

E tu possiedi già delle JBL? Condividi con noi i tuoi commenti.

Commenti