Un modello versatile e maneggevole, offerto a un costo piuttosto contenuto. Sono queste le parole che, secondo il mio modesto parere, tratteggiano alla perfezione la scopa senza fili Hoover Freedom.
Fin dai primi istanti di utilizzo sono rimasto piacevolmente sorpreso dalla sua leggerezza. I 2,2 kg di peso permettono di pulire senza difficoltà anche i ripiani dei mobili posti in alto ed eliminare in un baleno le antiestetiche ragnatele presenti negli angoli.

Le prime impressioni sulla scopa Hoover

Il modello Hoover Freedom si caratterizza, innanzitutto, per la decisione del produttore di offrire una spazzola di forma rettangolare, e dotata di una comoda impugnatura a maniglia. Rispetto a gran parte delle scope elettriche senza fili in commercio è sufficiente premere una volta il pulsante a grilletto per mantenere il modello Freedom in funzione.

Batteria e autonomia

Ad alimentare la scopa elettrica è una batteria al litio. Devo confessarti che l'autonomia non può essere considerato uno dei punti forti della Freedom, in quanto quest'ultima può raggiungere un massimo di 25 minuti di utilizzo continuativo. Ma a deludermi è stato soprattutto il rapporto, eccessivamente basso, tra autonomia della scopa e tempo richiesto per una ricarica completa (6 ore circa). Per fortuna è possibile porla a ricaricare anche prima che sia completamente scarica!

Il serbatoio della scopa Hoover

Il serbatoio da 0,7 litri supera, a livello di capacità, quello di molte altre scope elettriche. Ho avuto qualche problema provando a pulire il ripostiglio, ossia la parte della casa in cui si annida la percentuale più elevata di polvere. I risultati non sono stati soddisfacenti, e questo è con ogni probabilità una diretta conseguenza della presenza di un unico ciclone all'interno del serbatoio.
All'aumentare del numero di cicloni corrisponde solitamente una maggiore efficienza nell'aspirazione. Pertanto, la scopa Hoover non è in grado di fare miracoli su questo fronte anche se, posta a confronto con altri modelli monociclici, i risultati non sono neppure così disprezzabili.

Filtro e modalità di svuotamento serbatoio

Puoi staccare e lavare il filtro della Hoover FD 22 G; lo stesso dicasi per il serbatoio; una scelta che assicura una pulizia ottimale dell'apparecchio dopo l'uso.
A proposito del serbatoio, nella Hoover quest'ultimo è stato progettato per facilitare l'espulsione dei rifiuti evitando, tra l'altro, il contatto tra mani e polvere. Ho trovato utile anche la funzione di blocco automatico, volto ad arrestare l'aspirapolvere una volta riempito il serbatoio.

Gli accessori

Il comparto accessori include un lungo tubo estraibile (togliendolo potrai utilizzare la scopa come un comune aspirapolvere), una bocchetta a lancia (ideale per pulire librerie e cassetti) e un accessorio per imbottiti.

PRO
  • Leggera, versatile e molto maneggevole.
  • Facile sistema di espulsione dei residui.
  • Non è necessario premere in continuazione il grilletto per pulire.
CONTRO
  • Durata della ricarica eccessiva rispetto all'autonomia.
  • Plastiche utilizzate non di prima qualità.
  • Un'unica velocità di aspirazione.

Prodotti simili