LaptopLteMobilityRetiSmartphoneTablet

Cisco: sarà un mondo sempre più mobile

mobile
2 4 Nessun commento

Il Cisco Visual Networking Index descrive un 2020 fatto di persone e oggetti sempre più connessi e che si scambieranno su rete mobile grandi volumi di dati: oltre 120 volte il traffico fatto nel “lontano” 2010

L’adozione di dispositivi mobili sta andando a una velocità doppia rispetto alla crescita della popolazione mondiale e questo fenomeno continuerà per i prossimi cinque anni, portando nel 2020 ad avere 5,5 miliardi di utenti mobili che rappresenteranno circa il 70 percento degli abitanti del pianeta. Sono due tra le cifre più significative del Cisco Visual Networking Index Global Mobile Data Traffic Forecast 2015-2020, un’analisi delle dinamiche che interesseranno il mondo mobile nei prossimi anni.

Gli smartphone saranno talmente ubiqui che saranno più diffusi di alcuni servizi essenziali. Nel 2020 la penetrazione degli smartphone sarà tale che ci saranno più persone che li avranno rispetto a quelle che avranno l’elettricità (5,3 miliardi) o l’acqua corrente (3,5). E non ci saranno solo le persone a comunicare, dato che sono e saranno sempre più membri a pieno titolo delle reti mobili anche gli oggetti smart e connessi del mondo M2M e IoT.

cisco vni
La crescita della popolazione di utenti mobili nelle varie aree geografiche

Tra le applicazioni mobili è il video a mostrare la crescita più rapida. Proprio la volontà di avere a disposizione più banda per il video incrementerà l’uso dei dispositivi 4G, la cui diffusione dovrebbe superare entro il 2018 quella dei device 2G ed entro il 2020 quella dei dispositivi 3G. Nel 2020 il 4G rappresenterà il 72 percento del traffico mobile. Una buona base per il debutto del 5G, quindi.

E il traffico dati non intende smettere la sua crescita, secondo i dati Cisco. Entro il 2020 è previsto che ci scambieremo globalmente via rete cellulare 30,6 exabyte al mese (oggi sono 3,7). Questo comporta un traffico dati mobile di quasi 367 exabyte l’anno, circa 120 volte quello che si generava nel 2010. Da qui al 2020 la crescita del traffico su rete mobile sarà doppia rispetto alla crescita del traffico su rete fissa.

La crescita del mondo M2M porterà il traffico generato dalle connessioni machine-to-machine a rappresentare nel 2020 il 26,4 percento delle connessioni degli oggetti autonomi collegati alle reti mobili e più in generale il 6,7 percento del traffico mobile in generale. Tutto il resto sarà fatto da smartphone, laptop e tablet.

cisco vni
L’incremento della banda disponibile agli smartphone

Un ruolo essenziale nella crescita della comunicazione dati in mobilità (ma non su rete cellulare) lo avrà il Wi-Fi. I dati Cisco indicano che nel 2020 ci saranno 432 milioni di hotspot Wi-Fi, perlopiù nelle abitazioni, e che questi muoveranno un traffico dati analogo a quello delle reti cellulari, dal punto di vista dei dispositivi mobili che come gli smartphone hanno la possibilità di collegarsi sia al Wi-Fi sia alle reti 3G/4G. Si tratta del cosiddetto traffico di offload, generato da un device quando rileva la presenza di una rete Wi-Fi e vi si collega abbandonando la rete cellulare.

Nel 2015 questo traffico di offload ha superato per la prima volta quello delle reti mobili con 3,9 exabyte al mese contro 3,7. Nel 2020 il margine aumenterà ulteriormente a 38,1 exabyte/mese contro 30,6. A sfruttare la possibilità di offload saranno in particolare i servizi Voice-over-Wi-Fi (VoWi-Fi) che permettono di comunicare in voce senza una SIM mobile. Nel 2020 le comunicazioni in VoWi-Fi rappresenteranno oltre la metà (53 percento) dei minuti di comunicazione voce su IP su rete mobile.

TechweekEurope è il sito di tecnologia dedicato alle strategie delle aziende IT che cavalcano i nuovi trend di mercato, dal cloud computing alla virtualizzazione, dal mobile al byod. Analisi, approfondimenti, prove di app e prodotti, oltre alle notizie quotidiane, fanno di Techweekeurope l’appuntamento giornaliero per i manager che vogliono capire come la tecnologia possa aiutarli nel fare business. Su queste tematiche TechWeekEurope realizza interviste agli attori del mercato e reportage dai principali eventi, sia in Italia sia all’estero.

Seguici