Un’iniezione di potenza nello Skulltrail di Intel

Workspace
0 0 Non ci sono commenti

Otto core e quattro Cpu sono la base dell’ultima piattaforma del costruttore, destinata alla grafica e alla multimedialità

Dietro un nome di evocazione gotica come Skulltrail, si cela l’ultima ipervitaminica piattaforma di Intel, presentata nell’insolita cornice della Gane Developers Conference di San Francisco. La sue caratteristiche di potenza la rendono adatta per sistemi pensati per un massiccio uso della grafica, della multimedialità o del calcolo scientifico.

Al di là delle potenzialità video-ludiche, Skulltrail dovrebbe costituire la base per stazioni di lavoro tradizionali, con una particolare vocazione grafica dovuta alla presenza di Gpu. Denominato ufficialmente Intel Dual Socket Estreme Desktop Platform, il processore si basa su una scheda madre D5400Xs, che ospita due Cpu Core 2 Extreme Qx9775, Xeon quadricore prodotti a 45 nm con clock a 3,2 GHz e 12 Mb di cache di secondo livello. Come se ciò non bastasse ad attrarre gli amanti della potenza, il costruttore ha anche levato le protezioni contro l’overclocking, lasciando così liberi gli utenti di aumentare ancora la frequenza dei chip.

La parte grafica della piattaforma si fa notare in modo particolare. Sono presenti, infatti, quattro porte Pci Express 16x 1.1 e, quindi, è possibile installare altrettante schede grafiche e approfittare della potenza delle Gpu molteplici. Fatto nuovo per un costruttore, è possibile optare sia per la Sli di nVidia sia per la Crossfire di Amd, visto che la scheda madre supporta entrambe le tecnologie. Un tale condensato di potenza può avere un proprio spazio in ambienti professionali, ma pare più adatto a impieghi personali. Gli Os e le applicazioni, infatti, non sono ancora ottimizzate per beneficiare di un’architettura quadricore e i giochi non sono in grado di sfruttare le risorse del processore. Anche il prezzo appare elitario, visto che una scheda madre parte da 649 dollari, mentre la Cpu arriva a 1.499 dollari.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore