Un compratore per Sco

Workspace
0 0 Non ci sono commenti

Lo specialista Linux sta lottando contro la bancarotta, ma ha ricevuto un’offerta di 36 milioni di dollari da Jgd Management.

Sco Group ha presentato alla corte giudicante sui fallimenti un’offerta difficile da rifiutare. La società, infatti, ha ricevuto un’offerta di 36 milioni di dollari da parte di Jgd Mnaagement, che sarebbe interessata tanto al business quanto alla proprietà intellettuale. Jgd è il braccio dedicato agli investimenti di York Capital Management, che giù possiede oltre 91mila azioni di Sco.

L’offerta, nel dettaglio, riguarda gli asset legati al sistema operativo Unix e alcune correlate cause legali in corso, accordi di cross license sulla linea di prodotti Hipcheck e sulla proprietà intellettuale di Me, tutti i beni tangibili, i brevetti, le liste di clienti, cataloghi e dati. La proposta prevede un pagamento in contanti di 10 milioni di dollari, una somma analoga da destinare alle cause in corso contro Novell e Ibm, un’altra parte di pari importo da gestire in caso di vittoria e i restanti 6 milioni di dollari per l’accordo in Oem con Me, un vendor di applicazioni mobile.

L’offerta è soggetta ad approvazione da parte della corte americana sui fallimenti entro il 9 novembre, con un completamento previsto della transazione entro il 7 dicembre.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore