Sun minaccia rappresaglie verso NetApp

Workspace
0 0 Non ci sono commenti

Per contrastare l’accusa di violazione della proprietà intellettuale avanzata dalla rivale, parte un contrattacco sullo stesso terreno.

Sun contrattacca nell’affaire legale che, da circa un mese, la contrappone a NetApp in materia di brevetti sui rispettivi file manager. Materia di contenzioso sono, da un lato, Zfs (Zettabyte File System), sistema a 128 bit di futura generazione destinato a una gestione open source e, dall’altro, Wafl (Write Anywhere File Layout), che si trova nel cuore dei sistemi di storage di Network Appliance.

Quest’ultima ha attaccato Sun, ritenendo che Zfs contenga brevetti di propria appartenenza e mostrando preoccupazione per l’intenzione del vendor di mettere il codice a disposizione di tutti. Il fornitore di Solaris ha così deciso di rispondere perseguendo legalmente lo specialista di storage di rete su tutta la propria gamma di prodotti. Gli avvocati affermano che sarebbero la minaccia sulle attività di NetApp, le qualità di Zfs e la sua gratuità ad aver spinto l’avversario verso la causa legale.

Sui rispettivi blog aziendali montano le reciproche accuse. Il Ceo di Sun, Jonathan Schwartz, non ha resistito alla voglia di rievocare quanto è successo alla propria azienda con l’avvento di Linux, che ha inciso anche sul business di Solaris. All’epoca, i dirigenti di Sun ebbero la tentazione di agire per vie legali, ma poi riconobbero che sarebbe stato meglio adeguarsi al mercato.

Sulla base di una licenza di Nfs (Network File System) concessa a suo tempo a NetApp, oggi Sun richiede il blocco della commercializzazione di tutti i prodotti della rivale e conta anche di chiedere un’ingente somma per danni e interessi. Criticando l’attitudine proprietaria di NetApp, la casa di Scott McNealy ha già promesso che riverserà la metà di quanto guadagnato dalla causa alla comunità open source. NetApp ha risposto evidenziando la contraddizione di un’azienda che reclama diritti pur essendo paladina di un mondo libero e scagliandosi contro la politica di grandi aziende come Sun e Ibm, che ruberebbero la proprietà intellettuale di realtà più piccole e approfitterebbero della loro dimensione ridotta per incunearsi nelle nicchie più redditizie.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore