“Protect your Brand” per combattere la contraffazione

Workspace
0 0 Non ci sono commenti

L’esperienza di Olio Benacus e Acetaia San Giacomo che hanno scelto la
soluzione di Accenture e CertiLogo per oecertificare? i propri prodotti

L’Olio del Garda DOP, commercializzato con il marchio Olio Benacus, e l’Aceto Balsamico Tradizionale di Reggio Emilia di Acetaia San Giacomo, due piccole realtà ambasciatrici dell’italian style nel mondo, hanno scelto di garantire la propria qualità e autenticità con Protect your Brand, la soluzione di Accenture e CertiLogo che permettedi accertare l’originalità, la provenienza e altre caratteristiche peculiari dei prodotti. oeil fenomeno delle falsificazione e imitazione nell’industria agroalimentare italiana – ha spiegato Alberto Pozzi, senior executive di Accenture ? è un fenomeno molto significativo che ha un impatto sia sulle vendite sia sulla perdita di immagine del brand. E per ostacolare questo fenomeno abbiamo voluto offrire una soluzione che potesse contrastare il problema e andare incontro alle aziende?.
Il sistema anti-frode sviluppato da CertiLogo si basa sulla creazione del ?DNA digitale?, ovvero di un codice numerico identificativo che rappresenta l’identità virtuale del prodotto. Il sistema traduce quindi queste sequenze numeriche in un algoritmo matematico, chiamato Codice CertiLogo, che simboleggia la predetta identità virtuale.

Ogni codice numerico può contenere un vasto insieme di informazioni relative, che per esempio identificano i componenti o il luogo di origine di un determinato prodotto. Questi dati e le associazioni ai codici numerici vengono depositate in un database centralizzato e protetto, che può essere consultato in ogni momento attraverso diversi sistemi di comunicazione: Internet, telefono fisso o cellulare, Sms.
L’identità virtuale può essere espressa tramite una sequenza numerica, visibile su una normale etichetta, barcode o tag Rfid.

?Sempre attraverso una semplice telefonata, un SMS o via Internet, i produttori possono decidere quali informazioni o servizi rendere disponibili ai consumatori ? ha spiegato Michele Casucci, Ceo CertiLogo -. Protect your Brand è però anche uno strumento di relazione con il consumatore e consente quindi l’instaurazione di un dialogo fra azienda e cliente: rende fruibili ai consumatori dati e servizi ad alto valore aggiunto e, nel contempo, consente ai produttori di raccogliere preziose informazioni dagli stessi consumatori, come per esempio preferenze, gusti e modalità di acquisto?.

?Riteniamo che Protect your Brand possa essere lo strumento ideale per assicurare la certezza del rispetto della tradizione – ha spiegato Andrea Bezzecchi, titolare di Acetaia San Giacomo – e che consenta anche di portare in superficie quei valori intangibili che costituiscono la vera ricchezza del nostro prodotto. In questo modo, possiamo trasmettere ai clienti i valori che ci rendono diversi e perciò unici: la cura per il dettaglio, la passione per la qualità artigianale, il legame con il territorio, l’orgoglio per la tradizione familiare?.

oecrediamo molto in questa soluzione che riteniamo decisamente innovativa – ha detto Mario Camin, amministratore unico di Olio Benacus -. Il nostro business si basa sulla commercializzazione all’estero di quantità limitate di olio del Garda di alta qualità perciò intendiamo garantire ai nostri clienti la certezza assoluta del prodotto acquistato e accrescere la fiducia dei distributori verso il nostro marchio. Abbiamo scelto di rivolgerci a CertiLogo e Accenture per tutelarci da eventuali imitazioni e garantire la rintracciabilità?.

?Vogliamo però sottolineare – ha concluso Pozziche Protect Your Brand non è uno strumento solo per l’utente finale, ma può essere efficacemente usato anche dai retailer e dagli ispettori doganali?.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore