Vaio: la fusione con Toshiba e Fujitsu si farà

AcquisizioniComputerEnterpriseWorkspace
0 1 Non ci sono commenti

Il CEO del fondo che controlla Vaio conferma: a breve le tre società si fonderanno in un unico produttore di PC

Della fusione tra le divisioni PC di Fujitsu e Toshiba e Vaio, la società nata da uno spin-off di Sony nel 2014, si parla da tempo e molti osservatori l’hanno data come quasi inevitabile date le condizioni sia del mercato PC in generale sia dei tre produttori giapponesi in particolare. Non c’era mai stata una conferma ufficiale, però, mentre stavolta a descrivere l’operazione come quasi conclusa è direttamente Hidemi Moue, CEO del fondo Japan Industrial Partners che controlla Vaio.

Non si tratta ancora, a rigor di termini, di una conferma definitiva e ufficiale, ma secondo quanto riporta Bloomberg l’accordo tra le tre società dovrebbe essere finalizzato entro marzo prossimo e Vaio acquisterebbe la maggioranza della nuova “triplice” società. L’operazione avrebbe il vantaggio di consolidare le attività di ricerca, sviluppo e produzione di Vaio, Toshiba e Fujitsu consentendo quindi importanti risparmi.

Toshiba Portégé Z20t-C
Toshiba Portégé Z20t-C

Il mercato PC si sta contraendo, ciò significa che ci sono diverse ragioni per collaborare nello sfruttare al massimo la ricerca, i volumi di produzione e i canali di marketing… Possiamo farlo con una cannibalizzazione minima ha dichiarato Hidemi Moue secondo Blomberg.

La fusione tra Vaio, Toshiba e Fujitsu è una mossa dal netto sapore difensivo e promette di avere conseguenza davvero importanti solo sul mercato giapponese. Qui Vaio sembra stare completando con successo una transizione che con l’uscita da Sony l’ha portata a tagliare tre quarti dei dipendenti e a focalizzarsi sulla fascia premium del mercato. Ora l’azienda prevede di tornare alla profittabilità nel 2017. Fujitsu e soprattutto Toshiba hanno altri problemi da affrontare e unirsi con Vaio permetterebbe loro quantomeno di conquistare il mercato nazionale (la controparte è la joint venture Nec-Lenovo). D’altronde è anche assai probabile che si voglia evitare un altro caso-Sharp con società giapponesi che passano in mano straniera.

Secondo gli osservatori di mercato è invece improbabile che la fusione Vaio-Toshiba-Fujitsu cambi le carte in tavola a livello globale. La nuova società sarebbe certamente più forte delle tre ora divise, ma il mercato pare sempre di più concentrarsi sui primi tre (Lenovo, HP, Dell).

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore