Pc, Acer alla conquista degli Usa con Gateway

Workspace
0 0 Non ci sono commenti

Ma in Europa giocherà anche la carta Packard Bell. Nella battaglia per il
mercato retail mondiale in difficoltà la cinese Lenovo, numero quattro del
mercato

Dopo aver mandato segnali contrastanti circa la volontà di espandersi per acquisizioni, Acer conquista Gateway assemblatore americano di Pc, messo sotto pressione dai grandi costruttori, Hp e Dell, e se eserciterà i suoi diritti di prelazione tramite Gateway si impadronirà di Packard Bell, brand consumer da tempo localizzato in Francia e uscito dall’orbita della giapponese Nec.

Gli esperti hanno stimato per il nuovo gruppo composto da Acer e Gateway, operativo da dicembre, un giro d’affari di 15 miliardi di dollari e vendite intorno a 20 milioni di computer all’anno. I brand commercializzati da Gateway, quarto produttore Usa, sono eMachines, nella fascia consumer, e Gateway, nella fascia professionale.
Presente in oltre 100 paesi Acer ha dichiarato un fatturato 2006 di 11,32 milioni di dollari. Ad Acer gli analisti attribuiscono il sesto posto sul mercato Usa con una quota di mercato dell’8,5%. La classifica mondiale del mercato Pc vede ora Acer salda al terzo posto , dopo Hp e Dell, davanti a Lenovo, che dopo aver acquisito la divisione professionale dei Pc Ibm nel 2005, puntava con Packard Bell ( 1 milione di Pc e numero 18 sul mercato) al target consumer.

L’operazione ha soddisfatto il top management di Acer. Il presidente del gruppo, l’italiano Gianfranco Lanci, ha evidenziato il valore strategico dell’operazione: «Acer e Gateway sono altamente complementari per presenza geografica e posizionamento di prodotto. Gateway ha costruito marchi di valore e con questa acquisizione avremo l’opportunità di implementare una strategia multi-brand che coprirà tutti i maggiori segmenti di mercato. Intendiamo differenziare i nostri marchi per rivolgerci a diverse categorie di consumatori».

Ma gli analisti di mercato tendono a sottolineare i diversi modelli di vendita: totalmente indiretto per Acer e diretto per Gateway. In sostanza un’acquisizione ad alta complementarietà a livello di prodotto, ma molto complicata da gestire nei singoli continenti a livello di brand. Come nel merge tra Hp e Compaq sarà il processo di integrazione la chiave del successo di questa operazione da 710 milioni di dollari. .

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore