Microsoft, servizi online per le aziende di tutte le dimensioni

Workspace
0 0 Non ci sono commenti

Disponibili nei prossimi mesi le versioni beta di Microsoft Exchange Online e SharePoint Online

Office SharePoint Server 2007 di Microsoft ha raggiunto la quota di 100 milioni di licenze vendute e ha superato le vendite di un miliardo di dollari quest’anno. Inoltre, più di 17 mila aziende stanno utilizzando SharePoint per risolvere le esigenze di gestione delle informazioni.

Microsoft dichiara di lavorare per l’estensione dei suoi Online Services alle aziende di tutte le dimensioni. Nel settembre dello scorso anno Microsoft aveva già annunciato la disponibilità a livello mondiale degli Online Services per le aziende con più di 5 mila utenti. L’annuncio di oggi ne estende le prestazioni, la scalabilità e la sicurezza a tutte le aziende. Questi servizi prevedono Exchange Online e SharePoint Online e saranno resi disponibili a tutte le aziende nella seconda metà dell’anno. Annunciata anche la disponibilità di Search Server 2008 Express, un prodotto gratuito per la ricerca aziendale.

Basati sul software di Exchange Server 2007 e Office SharePoint Server 2007, i nuovi servizi abiliteranno le aziende ad accedere attraverso Internet all’email, al calendario, ai contatti, agli spazi di lavoro condivisi alla conferenza via Web e alla videoconferenza. I nuovi servizi vengono gestiti attraverso una sola interfaccia web. Microsoft offrirà Exchange Online e SharePoint Online insieme a Office Communications Online e Office Live Meeting come suite di servizi o offerte di servizi individuali.

“Abbiamo fatto un ulteriore passo avanti nella nostra strategia software più servizi (Saas) con l’obiettivo di rilasciare soluzioni in grado di dare ai clienti la flessibilità e la possibilità di scelta, sia che queste soluzioni siano web-based che gestite in loco o per entrambi i casi”, ha dichiarato Chris Capossela, dell’Information Worker Group di Microsoft.
Puntuale è arrivato un commento sulla strategia Saas di Microsoft da parte degli analisti di Gartner. Questi riconoscono che il modello di commercializzazione del software come servizio è ancor alla stato embrionale, mentre le sue prospettive di sviluppo sono considerevoli soprattutto presso le imprese di dimensioni medio piccole.

Riepilogando le ultime acquisizioni effettuate dai big vendor per posizionarsi al meglio all’interno di questo modello di implementazione delle applicazioni presso gli utenti , gli analisti di Gartner aprono un lungo elenco che vede in testa Cisco con Webex, Yahoo con Zimbra, Google con Postini. Ma Microsoft occupa una posizione a sé perché da un lato deve catturare fatturati incrementali a quelli generati dalle licenze e dall’altro deve contenere le incursioni sugli utenti da parte di fornitori come Google che hanno fatto delle proposte di servizi online una ragione di core business.
Dal punto di vista tecnologico Gartner indica che solo la prossima versione di Exchange , prevista per il lontano 2011 sarà la pietra fondamentale per fondare un modello di business definitivamente di tipo Saas.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore