La tecnologia di Intel dentro il Parmigiano Reggiano

Workspace
0 0 Non ci sono commenti

Il sistema tecnico del Consorzio Parmigiano-Reggiano abbatte i tempi di analisi e ottimizza la qualità del servizio grazie alle nuove tecnologie Intel utilizzate dal partner Crpa.

Il sistema produttivo del Parmigiano-Reggiano, che fa della fedeltà alla tradizione e al codice disciplinare un punto di forza per il successo e la tutela del prodotto, ha scelto una tecnologia di ultima generazione per rendere più tempestivi gli scambi di informazioni tra i soggetti della filiera, consentendo ai produttori di intervenire con maggiore immediatezza nei processi produttivi, e portando così più efficienza generale al sistema.

In dettaglio, il Crpa (Centro Ricerche Produzioni Animali) di cui si avvale il Consorzio di tutela del Parmigiano-Reggiano, ha scelto di affidarsi a Intel e ha adottato la nuova generazione della tecnologia di processore Intel vPro per i pc desktop dei propri uffici e per quelli utilizzati dai laboratori di assistenza tecnica, dai caseifici e dagli allevatori.

Il Crpa ha scelto di adottare anche i processori Intel Xeon 7300 Quad Core per i propri server, il che ha consentito di ridurre i tempi di analisi relativi a un numero elevato di dati da 8 ore a un’ora e mezza, migliorando la qualità del servizio offerto. Ne sono un esempio i servizi di analisi statistica sulla qualità e quantità del latte prodotto e il servizio di di supporto alla prevenzione di malattie e parassiti delle piante, che utilizza le rilevazioni meteorologiche nella regione Emilia-Romagna. In particolare quest’ultimo servizio raccoglie ed elabora dati meteorologici orari quali temperatura, umidità e via dicendo, per 486 punti regionali, in modo da fornire ai tecnici mappe di rischio utili alla pianificazione delle azioni di prevenzione nella lotta alle malattie e ai parassiti delle coltivazioni.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore