I protochip che cambieranno il futuro

Workspace
0 0 Non ci sono commenti

Intel sta sviluppando nuove tecnologie tra cui un chip che integra tutte le possibili comunicazioni wireless

In occasione dell’International Solid-State Circuits Conference di San Francisco Intel ha reso pubblici i risultati di alcune ricerche destinate a cambiare gli scenari della tecnologia mobile. La prima riguarda la realizzazione di un chip che può ricevere e trasmettere segnali WiMax e Wi-Fi multipli mentre gli altri sono progetti finalizzati a ridurre i consumi di energia e le dimensioni dei processori. Nell’integrare un transceiver capace di gestire una pluralità di frequenze su un unico chip Intel ha eliminato il concetto del modulo front-end tecnologia che oggi assicura la stessa funzione su un die separato. Un passaggio che consentirebbe al chip vendor di eliminare un modulo e di costruire un processore ancora più piccolo, eliminando collegamenti in rame con la conseguente riduzione dell’alimentazione: due attributi di fondamentale importanza per i dispositivi portatili.

Inoltre i ricercatori sono riusciti a integrare al chip un amplificatore di alimentazione che è quasi interamente digitale, per migliorare la qualità e l’intensità del segnale trasmesso e ricevuto. Un’altra notizia interessante è quella relativa a uno smart receiver per segnali Wi-Fi e Wi-Max che può adeguare il consumo di energia alle caratteristiche del segnale: se è forte e chiaro, ad esempio, consuma meno energia di un segnale debole. La road map degli Isscc Intel prevede 14 pubblicazioni di cui una dedicata alla costruzione di una memoria on-chip più densa rispetto alla Sram utilizzata attualmente. I ricercatori hanno diminuito il numero di transistor per ogni bit, portandoli da sei a due, il che significa che il chipmaker a parità di spazio potrà raddoppiare la capacità di storage.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore