Google svolta verso il B2B

Workspace
0 0 Non ci sono commenti

Incontriamo Carlo Marchini di Google Italia per capire come la sua azienda
stia affrontando il mercato aziendale sia a livello di soluzioni che di
approccio, con un occhio di riguardo alle possibilità di sviluppo presso le
tante Pmi italiane

Nell’ultimo simposio di Gartner tra i fenomeni emergenti nel futuro dell’Ict è entrato un nuovo termine: consumerization, che in pratica si riferisce all’ingresso nel mondo delle imprese di tecnologie pensate e sviluppate per il mondo consumer. Non sappiamo quanto il fenomeno sia effettivamente presente nel mondo o in Italia e neanche quali siano i tempi della sua affermazione. Abbiamo perciò preferito affrontare l’aspetto contrario che fa riferimento a una grande azienda che fino a pochi anni fa non si occupava di aziende, ma che ora sta puntando verso il mercato business to business.
L’offerta per le aziende di Google riguarda appliance all-in-one (hardware e software) per la ricerca delle informazioni e dei documenti all’interno della intranet aziendale (famiglia Mini per le Pmi e Google Search Appliance per le grandi aziende), di soluzioni geospaziali (Google Maps e Google Earth) e di prodotti per la collaborazione (Google Apps).
Carlo Marchini, responsabile Enterprise di Google Italia, ci ha detto subito nel 2007 Google ha intenzione di espandere il numero di partner che propongono l’offerta di Google alle aziende. Un segnale preciso che avrà dei contraccolpi sul mercato business mondiale.

Da quando Google ha deciso di andare incontro alle esigenze delle aziende, Pmi comprese?
La parte Enterprise di Google è nata nel 2002 con l’idea di portare prodotti con betatesting a livello consumer dentro il mercato aziendale. In Europa, Google ha lanciato queste attività nell’ottobre 2004, con il lancio di Google Search Appliance, il prodotto hardware/software indirizzato alle grandi aziende. A questo annuncio è seguito nel maggio 2005 la presentazione del primo Google Mini, indirizzato ad aziende con esigenze di ricerca più contenute. Infine, a giugno dello stesso anno è arrivato Google Desktop Enterprise e ora le nuove Google Apps. Il campo d’azione più recente, quello della collaborazione aziendale, dovrebbe dare molte soddisfazioni. Naturalmente a livello Pmi la focalizzazione è soprattutto sulla funzione di ricerca da un singolo punto d’accesso, di cui Google Mini è un esempio. Per le applicazioni di ” collaboration”. La suite Google Apps Premier viene offerta a 40 euro per utente l’anno e comprende supporto telefonico, disponibilità di 10 Gb di capacità storage e un nuovo insieme di funzionalità per l’amministrazione e l’integrazione con le altre applicazioni aziendali.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore