Crescono i notebook in Europa

Workspace
0 0 Non ci sono commenti

Le stime di Idc testimoniano un altro anno di forte consolidamento per il comparto nella regione Emea

Non c’è segno di frenata per i notebook in Europa Occidentale. Le cifre rese pubbliche da Idc parlano di un aumento del 15,9% nelle vendite, rispetto al 2006, per la regione, ma di un più 36,4 se si prende a riferimento tutta l’Emea. La crescita viene attribuita alla spinta generata dai vendor e dall’intensa competizione soprattutto sui prezzi.

Il comparto consumer ha contribuito in modo determinante, con un incremento del 46%, ma anche le Pmi, secondo Idc, restano un’opportunità-chiave per la crescita, in particolare per ciò che attiene la mobilità. I vendor, quindi,. Farebbero bene ad adeguare le proprie strategie. Inoltre, il 2008 beneficerà anche dell’attuale ciclo di sostituzione in ambiente aziendale e che dovrebbe toccare un picco quest’anno. Anche la virtualizzazione dei client rimarrà un fattore di sviluppo primario e ispirerà gli investimenti in infrastrutture.

Alla luce di queste tendenze, Idc prevede anche per il 2008 una buona crescita per i pc, attestata sul 14,4%, per un totale di unità vendute che dovrebbe superare i 100 milioni. La concorrenza si sta ancora intensificando, soprattutto nel comparto consumer, con l’arrivo di Dell e Lenovo e il consolidamento di Acer dovuto alle acquisizioni di Gateway e Packard Bell. È prevedibile, dunque, un’ulteriore pressione sui prezzi. Ma anche, secondo Idc, una maggior differenziazione dei brand e una segmentazione degli utenti, con la convergenza spinta fra pc e Tlc, che porterà a nuovi modelli di business e opportunità.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore