ComponentiWorkspace

Qualcomm spinge su automotive e smart home

automotive_shutterstock_303623636
0 0 Nessun commento

CES 2016 – Qualcomm propone la propria piattaforma Smart Home Reference basata su Qualcomm Snapdragon 212, le soluzioni Wi-Fi SON e spinge sull’automotive con la serie Snapdragon 820 Automotive e il Modem LTE

Non ci sarà l’auto che si guida da sé senza connettività diffusa e chipset ultraveloci in grado di sfruttare al meglio la banda disponibile e di ridurre nell’ordine di grandezza dei millesimi di secondo la latenza, ma la connettività servirà anche per l’infotainment e Qualcomm si prepara per questo scenario con la presentazione a CES 2016 della serie Snapdragon 820 Automotive che offre piattaforma grafica e multimedia con machine intelligence e, nelle diverse versioni, anche connettività LTE-Advanced.

Snapdragon 820A offre l’aggiornamento del sistema di infotainment sia in hardware sia in software perché è stato disegnato con un approccio modulare. Il chip si basa su una particolare versione della tecnologia a 14nmFinFET presente su Qualcomm Kryo, con Adreno 530 e Qualcomm Zeroth per quanto riguarda la piattaforma di machine intelligence. il modem LTE integrato nella versione 820 Am è in grado di offrire fino a 600 Mbps in downlink e  150 Mbps in uplink.

automotive_shutterstock_303623636
La connettività totale sbarca anche sulle automobili, senza bisogno di aspettarsi l’auto che si guida da sé

Il comparto più interessante della proposta è quello legato a Zeroth e a LTE Advanced: nel primo caso perché il supporto alla piattaforma Zeroth permette ai produttori di auto di sviluppare soluzioni pronte per sfruttare le reti neurali per i sistemi ADAS (Advanced Driver Assistance Systems), invece nella versione con integrato il modem X12 LTE, Snapdragon 820 permetterà la massima connettività anche nei cambi di cella con le velocità citate e il supporto 802.11p DSRC per V2X (Vehicle to Vehicle / Infrastructure / Pedestrian).

Per quanto riguarda il supporto ADAS il nuovo Snapdragon 820A grazie a sensori e videocamere di controllo offre un supporto affidabile per i sistemi di allerta, è pronto per supportare la visione periferica assistita (per i parcheggi) e i servizi di emergenza integrati sfruttando Hexagon 680 DSP con HVX, che abilita il supporto multiplo da diversi sensori su diverse videocamere simultaneamente. Snapdragon 820A supporta anche QNX, il sistema operativo di Blackberry con cui è prevista una più stretta collaborazione su Neutrino OS.

Qualcomm Smart Home

Non solo automotive, per Qualcomm, a CES 2016, un altro pilastro della proposta, è la proposta Smart Home Reference Platform, basata su Snapdragon 212. In pratica Qualcomm mette a valore le proprie Cpu, e modella un ecosistema per i diversi comparti partendo da esse, così con Snapdragon 820 e così con il 212. In questo ultimo caso si tratta di offrire potenza di calcolo, riconoscimento vocale, audio, display (fino a full hd), connettività, supporto per le videocamere, smart speakers e hub nel contesto delle appliance domestiche.

La piattaforma prevede cpu quad-core a 1,3 GHZ su piattaforma ARM7, Gpu Adreno 304 e Qualcomm Hexagon DSP, al servizio di multimedia e servizi acustici. Con Fluence Pro, come tecnologia di servizio per il controllo delle funzionalità command/control e l’input vocale, Qualcomm muove passi avanti anche per quanto riguarda il controllo di suono e voce. E per la connettività la piattaforma supporta WiFi 802.11a/b/g/n, NFC, Bluetooth 4.1.

Qualcomm e la connettività

Sempre a CES, Qualcomm Atheros ha portato WiFi 802.11ad su una serie di prodotti che arriveranno nel corso dell’anno tra cui laptop Acer e Asus, gli access point di NEC e TP-link, alcuni smartphone di Letv, ma la scena è rubata dal nuovo modem LTE cat 4 Snapdragon X5, multimode, più che per le prestazioni per il fatto che questo modem è pensato per gli utilizzi in ambito Iot. Snapdragon X5 supporta le tecnologie Qualcomm MDM9207-1  e MDM9206, è pronto per l’esecuzione di applicazioni direttamente sul modem, eliminando ridondanze di soluzioni da ingegnerizzare a tutti i vendor che decideranno di adottare la proposta sui propri device.

Il nuovo modem Cat 4 include il supporto per Circuit Switched Fall Back (CSFB) e VoLTE, Linux OS (per lo sviluppo applicativo), i sistemi Gps, Beidou, Glonass e Galileo, tutto su un’architettura a 28nm LP. Per la connettivitù WiFi sono supportati Qualcomm VIVE Wi-Fi 1×1, 802.11ac con la tecnologia Qualcomm MU | EFX MU-MIMO e Bluetooth 4.1 BLE. Ancora in ambito WiFi segnaliamo il lancio di Qualcomm Wi-Fi SON, il primo set di feature di derivazione per prodotti networking che alimentano gli smart gateway, router senza fili, extender e gli access point: tra i clienti che lo utilizzano Airtight, Asus, D-Link, Linksys e TP-Link.

Nel 1998 inizia la sua esperienza nel mondo IT in Mondadori e partecipa alla nascita di Web Marketing Tools di cui coordina la redazione. Redattore esperto di software per PC Magazine, e caporedattore di ComputerIdea, segue da circa 20 anni l'evoluzione del mondo hardware, software e dei servizi IT in un confronto continuo con le aziende leader del settore

Seguici