Gartner valuta i Chromebook : 7,3 milioni di unità nel 2015

ChromebookWorkspace
0 0 Non ci sono commenti

I Chromebook trovano valore nel settore education. Il mercato consumer non decolla

Le vendite mondiali di portatili Chromebook all’utente finale raggiungeranno 7,3 milioni di unità nel 2015 con un incremento del 27 percento rispetto all 2014. La valutazione discende da un documento redatto dagli analisti di Gartner ( “Education Is the Primary Opportunity for Chromebooks.”).
Il mercato principale di riferimento dei Chromebook resta quello dell’education che rappresenta il 72 percento del mercato globale dei portatili per il 2014.
I Chromebook sono dispositivi mobili prodotti da diversi vendor caratterizzati dal fatto di adottare il sistema operativo Chrome OS di Google. Sono progettati soprattutto per l’accesso ai servizi in cloud, lo storage in cloud ( tipicamente i servizi di Google) e alle applicazioni basate su web. A tutte le applicazioni si accede anche tramite download dal Google Chrome Web Store (con un requisito praticamente obbligatorio di disporre di una connessione Internet). Il primo modello è stato lanciato a metà del 2011.
gartnetab1

Nel 2014 il settore per l’education ha acquistato il 72 percento dei Chromebook nella regione EMEA, il 69 percento nella regione Asia Pacifico e il 60 percento negli Stati Uniti,

gartnertab2

Nel segmento business del mercato gli acquisti di Chromebook restano bassi nonostante l’interesse che possono suscitare nelle PMI e in alcuni settori industriali. Da parte sua Google sta indirizzando le sue attività anche verso il settore aziendale con la sua suite di applicazioni Office Chromebook for Work e ha migliorato l’accesso e le funzionalità rendendo disponibili anche offline molte applicazioni servizi.

Nell’opinione di Gartner un Chromebook può diventare un valido dispositivo da scegliere per i dipendenti di aziende che intendono fornire un accesso sicuro ,a basso costo e facile da gestire sia a nuove applicazioni web che a sistemi legacy , meno che non ci siano specifiche esigenze applicative per un ambiente Windows.

I Chromebook devono invece ancora guadagnarsi visibilità nel settore consumer del mercato, soprattutto fuori dagli Sati Uniti tra gli utenti che conoscono utilizzano già le Google Apps. Gli utenti in questo caso sono i più esperti di tecnologia che comprano il portatile come dispositivo da affiancare a un PC fisso o portatile. Oppure lo tengono in casa da utilizzare come seconda alternativa a basso costo a un PC.

Il fattore principale che riguarda un Chromebook per quanto attiene ai consumatori è il collegamento a Internet, spesso carente in molti Paesi, ma anche la comprensione e la capacità da parte dei consumatori di gestire applicazioni basate su cloud e di mantenere i contenuti nel cloud.
acer-new-laptop

In una prospettiva regionale l’84 percento dei Chromebook è venduto nel Nord America . La regione Emea rappresenta l’11 percento del vendite totali di Chromebook nel 2014.

Dopo la decisione di Samsung di uscire dal mercato europeo dei Chromebook e di focalizzarsi solo sui tablet, Acer è passata al primo posto come vendor di Chromebook mondiali nel 2014 con 2 milioni di unità vendute. HP , entrata tardi nel segmento di mercato, ha venduto un milione di unità, soprattutto nel settore educativo.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore