BrowserEnterpriseWorkspace

Motori di ricerca.Mozilla lontana da Google riafferma la sua indipendenza

290_MozillaYahoo
1 0 Nessun commento

La partnership con Yahoo segna la fine di un’altra partnership decennale che Mozilla aveva con Google

Con una mossa a sorpresa, la settimana scorsa Mozilla e Yahoo hanno annunciato congiuntamente una partnership quinquennale che vedrà Yahoo Search diventare il motore di ricerca di default nel browser open source Firefox. La partnership con Yahoo segna la fine di un’altra partnership decennale che Mozilla aveva con Google. Questa pagava alcune centinaia di milioni di dollari in royalties ogni anno con un contributo economico fondamentale allo sviluppo di Mozilla e dei suoi progetti .
La partnership Google –Mozilla era stata rinnovata nel 2011 e doveva essere rinnovata di nuovo entro la fine dell’anno in corso.
Nel prendere in considerazione il rinnovo dell’alleanza Mozilla ha tenuto sott’occhio anche ulteriori opzioni compreso l’accordo con Yahoo. Non sono stati rivelati molti dettagli sul nuovo accordo con Yahoo. Si sa che Yahoo sarà il motore di ricerca di default per gli utenti di Firefox negli Stati Uniti. Il motore di ricerca Yandex è pronto a diventare il motore di ricerca di default per gli utenti russi di Firefox, mentre Baidu è la scelta per la Cina.

 

yandex
Secondo un portavoce di Yahoo la partnership con Mozilla è un accordo di condivisione del fatturato e comprende alcune garanzie. Oltre a questo i termini dell’accordo sono confidenziali. Ma l’accordo potrebbe estendersi anche a future integrazioni di prodotto.

baidu

I medesimi termini dell’accordo sono stati confermati anche da un portavoce di Mozilla.La Fondazione ha confermato che Google rimarrà come opzione di ricerca per gli utenti di Firefox .Google continuerà ad alimentare le funzionalità di Safe Browsing e di Geolocation di Firefox. La relazione di Mozilla con Google è stata un punto interrogativo per gli ultimi anni mentre cresceva la concorrenza tra i browser. Google ha presentato il suo browser Chrome nel 2008 e la sua popolarità è cresciuta fino a raggiungere secondo alcune statistiche anche il 60 per cento nel mondo contro il 23,4 per cento di Firefox.
Per valutare l’aspetto finanziario dell’accordo va ricordato che nel 2005 all’inizio della relazione Google – Mozilla , la fondazione indicava un fatturato di 53 milioni di dollari. Nel 2012 Mozilla dichiarava di avere realizzato 311 milioni di dollari di fatturato.Di questi, 305 milioni di dollari da royalties “di diversi motori di ricerca e fornitori di informazioni”.

Per fare una valutazione del nuovo accordo con Yahoo va ricordato che Firefox ha centinaia di milioni di utenti di cui molti non personalizzano il loro browser e cambiano le opzioni di default. Solo per questo Firefox potenzialmente può portare una quantità non banale di volumi di traffico al provider di ricerca preferito. Per gli Stati Uniti questo provider diventa Yahoo. E’ importante notare come anche se Mozilla ha un provider di ricerca di default , gli utenti possono scegliere in ogni momento di cambiarlo con quello che desiderano. Va poi ricordato che prima della nuova partnership Yahoo ha offerto per diversi anni ai suoi utenti una versione speciale di Firefox ottimizzata per Yahoo.

C’ è anche un risvolto relativo alla sicurezza nell’accordo per Yahoo. Nel maggio scorso Yahoo ha dichiarato di non supportare lo standard Do Not Track (DNT). DNT è invece una tecnologia supportata da Mozilla e altri vendor di browser che consente agli utenti la scelta di uscire dal tracking da parte del sito web visitato. Ma DNT richiese che siti come Yahoo tengano fede alle richieste di DNT. Come parte dell’accordo Yahoo supporterà nei fatti il DNT di Firefox.

D’altra parte secondo alcun analisti ha senso per Mozilla allontanarsi da Google che ha avuto successo con il suo browser e sta adottando una politica di crescente ottimizzazione dei propri siti rispetto a Chrome. Anche sul terreno della mobilità molto è cambiato: Mozilla spinge per una strategia mobile basata su Firefox OS con un approccio al mercato più aperto di quello di Google per Android.

Con l’accordo Mozilla sembra stabilire di nuovo la sua indipendenza come fornitore di browser open entrando in una nuova era in cui Microsoft non è più la principale rivale. E’ un’era in cui Google , la società che ha contribuito alla crescita di Mozilla , è diventata un concorrente sul desktop e sui dispositivi mobili.

Giornalista. Ha collaborato con TechWeekEurope IT fin dal suo inizio

Seguici