Ue: nove miliardi per l’Ict

Software
0 0 Non ci sono commenti

Al settore la Ue destina il 18% degli investimenti totali previsti per il
periodo 2007-2013

Ricerca e tecnologie dell’informazione. L’Unione europea ha reso noti i programmi di investimento relativi al Settimo programma quadro a sostegno della ricerca nel periodo che va dal 2007 al 2013.

Il Settimo programma quadro prevede uno stanziamento di nove miliardi di euro a sostegno dei settori delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione. Si tratta della cifra più consistente tra quelle stanziate che corrisponde a circa il 18% del totale degli investimenti dell’Unione europea per la ricerca.

L’annuncio certo non stupisce perché informatica e telecomunicazioni sono il settore maggiormente promettente sia dal punto di vista dell’evoluzione tecnologica sia da quello dell’impatto sull’economia, l’industria e il mercato. È inoltre fondamentale per l’Europa sviluppare eccellenze nell’ambito dell’Ict per non lasciare che questo settore industriale venga gestito unicamente dagli americani e dagli asiatici. Va inoltre detto che l’Ict è funzionale anche alle altre aree di ricerca: nanotecnologie, robotica, aerospazio per esempio e quindi gli investimenti in questo senso hanno poi ricadute più ampie.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore