Si semplifica il licensing in volume di Microsoft

Software
0 0 Non ci sono commenti

Ridotte della metà lle stock keeping unit, contratti più sintetici, un
accesso via portale centralizzato. Rivisti i contratti praticati alle aziende.

Il programma di acquisto delle licenze software Microsoft in volume (che si applica a partire da cinque licenze), è nota per la sua complessità, con tanto di critiche da parte dei clienti professionali e anche dei partner rivenditori.

Ora, il big del software ha deciso di semplificare le cose. Un primo passo è la riduzione delle cosiddette ?stock keeping unit?: il catalogo del vendor ne contiene oggi otto milioni nel mondo, ma dal primo ottobre saranno ridotte della metà, grazie alla soppressione degli item che identificano un medesimo prodotto ma menzionano un lingua di utilizzo differente.

Inoltre, Microsoft ha deciso di semplificare i contratti Accord Enterprise, Select e Open Value. Secondo quanto affermato dal costruttore, nulla cambia in sostanza, ma le nuove versioni sono più sintetiche e la procedura di firma è stata resa meno complessa. Per facilitare la vita dei clienti, anche Internet svolge la sua parte. Fin qui, infatti esistevano due siti sicuri per acquistare licenze in volume, attraverso un rivenditore. Ora, invece, sarà a disposizione un portale unico, battezzato Vlsc (Volume Licensing Service Center) e destinato a entrare in funzione entro il giugno 2008. Un responsabile degli acquisti potrà così produrre un bilancio consolidato di tutte le licenze Microsoft acquisite dalla sua impresa, qualunque sia il programma d’acquisto prescelto.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore