Scocca in Italia l’ora di Sap Business ByDesign

Software
0 0 Non ci sono commenti

La versione on demand dell’Erp inizia il proprio percorso commerciale, guidato con prudenza dal costruttore

Dopo il lancio ufficiale avvenuto nello scorso settembre, e una prima sperimentazione commerciale in alcuni paesi (Usa, Francia e Germania, fra gli altri), Sap Business ByDesign fa il proprio debutto sul territorio italiano. L’obiettivo iniziale del vendor tedesco è accreditarsi come vero attore del mercato del software-as-a-service (Saas), ovvero fornito e gestito online sui server del costruttore, in contrapposizione al classico modello dell’installazione completa dell’applicazione sul sito del cliente.

Niente numeri roboanti, dunque, da raggiungere presto, bensì un’adeguata politica di sensibilizzazione sull’utenza. “Pensiamo di ragionare in termini di centinaia di clienti nel 2008 – specifica Tom Kindermans, senior vice president per lo small-medium business di Sap Emea – per arrivare alle migliaia nel 2009 e a 10mila nel 2010”. L’Italia rappresenta un piccolo spicchi di questo universo comunque contenuto e, come per gli altri Paesi nei quali l’offerta è già disponibile, investirà il tempo iniziale di commercializzazione soprattutto per diffondere il verbo dell’on demand nella fascia di mercato individuata come target primario, ovvero quella delle aziende comprese fra i 100 e i 500 dipendenti: “Crediamo di poter lavorare bene soprattutto con le aziende che stanno affrontando una fase di riorganizzazione, generale conseguenza della saturazione del modello che ha generato la prima fase di crescita”, spiega l’amministratore delegato della filiale nazionale, Augusto Abbarchi.

A queste realtà Sap Italia si avvicinerà con una rete di partner costruita ad hoc, con soggetti perlopiù nuovi rispetto a quelli già operativi. Sarà loro compito far passare i messaggi forti che sottendono la decisione del vendor di lanciarsi sul mercato del software on demand: “Va sottolineato che si tratta di una soluzione completa – chiarisce Abbarchi – sotto la quale si trova la Business Process Platform dei nostri sistemi Erp ben noti. Allo stesso tempo, puntiamo sull’estrema semplificazione dell’interfaccia, una gestione interamente Web-based e oriented, adattabilità nel tempo e ampie possibilità di personalizzazione”. A questi elementi si può aggiungere anche il prezzo, visto che si parla di un abbonamento da 133 euro al mese per utente.

Business ByDesign approda su un mercato che ancora non ha ancora ben chiare in mente le caratteristiche e le opportunità connesse all’utilizzo del software on demand. Un’indagine condotta dal Politecnico di Milano su 130 medie aziende dei settori manifatturiero e servizi dimostra come un terzo del campione non conosca nemmeno l’esistenza di questo genere di proposta. Fra coloro che hanno dichiarato di sapere di cosa si stia parlando, solo un’azienda su quattro ritiene si tratti di un’opzione interessante da valutare e una su dieci ha dichiarato di mostrarsi “particolarmente interessata”. Anche per questo, forse, Sap ha deciso di partire con prudenza, ma anche con tutto quanto serve a creare maggior consapevolezza. In particolare, il sito Web del costruttore avrà uno spazio ampio dedicato a Business ByDesign e sarà anche il viatico per attivare l’opzione di prova per 30 giorni del prodotto, eventualmente anche in una configurazione già adattata alle esigenze dell’azienda.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore