Presto l’autorità europea per le telecomunicazioni

Software
0 0 Non ci sono commenti

Il commissario Viviane Reding vuole un ente sul modello della US Federal
Communications Commission

L’Unione europea è al lavoro per dare vita a una sorta di autorità delle comunicazioni capace di avere autorità in tutti i Paesi che la compongono.

L’iniziativa mira a creare un ente simile a quello attivo negli Stati Uniti che si chiama United States Federal Communitions Commission.

Il progetto è voluto e sostento dal commissario europeo per le telecomunicazioni e la società digitale Viviane Reding e quando sarà attivo potrà compiere azioni di regolamentazione per dare un nuovo assetto con regole uniformi all’intero settore delle comunicazioni che nell’Unione europea vale oltre 270 miliardi di euro l’anno.

In particolare la nuova entità continentale si dovrà occupare di armonizzare le regole al fine di rendere il livello competitivo maggiormente trasparente e permettere agli operatori di operare in modo equilibrato in tutti i mercati della Ue, ciò mettendo in primo piano i diritti dei consumatori che ancora oggi trovano grosse differenze tra un Paese e l’altro a livello di costi dei servizi come, per esempio, le tariffe per le connessioni a banda larga, quelle per le comunicazioni mobili in roaming e a livello di disponibilità di infrastrutture tecnologiche.

Per le società di telecomunicazioni la nascita di tale ente potrà inizialmente avere impatti non sempre positivi ma con il tempo si tradurrà in un elemento fondamentale per dare maggiore impulso alla competitività.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore