Oracle aggrava le accuse contro Sap

Software
0 0 Non ci sono commenti

Un nuovo insieme di documenti è stato depositato presso la Corte di San
Francisco. Si parla di violazioni di copyright e contratti.

Aveva fatto scalpore, un paio di mesi fa, l’iniziativa di Oracle contro Sap, accusata di furto di software e per questo portata a doversi difendere in tribunale. Ora, l’azienda di Larry Ellison ha rincarato la dose, depositando un nuovo insieme di accuse presso la corte di San Francisco. Secondo quanto comunicato, stavolta parla di mancato rispetto del copyright e violazioni di contratti. In realtà, l’oggetto della contesa è sempre quello della prima causa. Secondo l’accusa, infatti, Sap si sarebbe resa colpevole di infrazioni al diritto d’autore, procedendo al download di software e documenti di supporto dal sito Customer Connection. In parallelo, il gruppo tedesco sarebbe colpevole di violazione delle disposizioni contrattuali, non avendo rispettato le condizioni d’uso esposte sul sito di Oracle.

Sap non ha commentato le nuove accuse, accontentandosi di indicare che le risposte arriveranno il 2 luglio, ma lasciando intendere di voler preparare una difesa forte dalle accuse.

Secondo i termini della causa, alcuni dipendenti di TomorrowNow, un’affiliata americana di Sap, si sarebbero fatti passare per clienti Oracle, al fine di ottenere l’accesso al siti di assistenza riservato ai clienti PeopleSoft e Jd Edwards. Oracle avrebbe scoperto gli accessi illeciti al sito Customer Connection, dopo aver notato un’intensa e poco abituale quantità di download fra novembre e dicembre 2006.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore