Opsware diventa di Hp per 1,6 miliardi di dollari

Software
0 0 Non ci sono commenti

La società acquisita va a rafforzare l’area software, nella direzione
dell’automazione dei data center. Arriva anche la più piccola Neoware.

Doppio colpo, seppure di diversa entità, per Hp. Nello stesso giorno, l’azienda ha annunciato due acquisizioni, che vanno a rafforzare la business unit del software. Di maggior spessore è l’operazione che ha portato in casa Hp Opsware, specialista nell’automazione dei data center. La cifra spesa ammonta a 1,6 miliardi di dollari e serve per offrire alla clientela una soluzione all’esigenza di controllo dei crescenti costi e complessità della gestione dei data center. In questo modo, Hp si avvicina a Ibm in un settore dove la Numero Uno mondiale è presente in modo consistente, con gli strumenti di gestione dei data center che fanno parte della gamma Tivoli. L’acquisizione di Opsware si aggiunge a quelle, relativamente recenti, di Mercury Interactive e Peregrine, anch’esse collocate nell’ambito della gestione delle infrastrutture It.

Per 214 milioni di dollari, invece, Hp ha acquisito Neoware, un’azienda che produce thin client e il software che serve per la loro gestione centralizzata. L’azienda, in particolare, lavora in ambito Linux e va a complementare l’analoga offerta già esistente in ambiente Windows.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore