Nuovi terreni di caccia per reclutare i talenti Ict

Software
0 0 Non ci sono commenti

Forrester consiglia alle aziende di cercare in luoghi poco ortodossi gli
skill professionali per le proprie strutture It.

Per ovviare al problema del reperimento delle risorse Ict, Forrester Research propone una vera e propria strategia di lungo raggio. Perché, secondo gli analisti, la transumanza degli skill professionali tra un’azienda e l’altra è una vision a corto raggio. In realtà, secondo gli analisti ci sono altri bacini a cui attingere, che per diversi motivi possono essere la culla di nuovi talenti: il mondo accademico, i diplomati in Business Administration e gli utenti più informatizzati che operano all’interno dell’azienda senza essere ufficialmente operatori Ict. Ma non solo: anche i blog possono ospitare giovani talenti così come, in generale, i canali del social networking.

Forrester, oltre a consigliare ai Cio di instaurare un più fitto rapporto con gli istituti scolastici specializzati da un lato perché gli studenti più dotati possono essere opzionati e fatti entrare più rapidamente nel circuito professionale e, dall’alto perché i professori possono capire meglio di che cosa ha bisogno il mercato, dà un suggerimento prezioso. Gli insegnanti, infatti, avrebbero bisogno ogni tanto di prendersi un anno sabbatico per aggiornare le loro competenze e partecipare a progetti aziendali di più lungo termine darebbe origine a un circolo virtuoso di scambio e di sinergia che contribuirebbe allo sviluppo di una conoscenza produttiva.

Un altro canale a cui attingere risorse è quello della rotazione di professionisti all’interno delle aziende: i diplomati in Mba occupano diverse funzioni all’interno di un’organizzazione ma spesso questo non sviluppa in loro un meccanismo di retention per cui ci sono ottime possibilità di attrarre risorse interessanti. Anche ai Cio è richiesto un maggior coinvolgimento in quanto all’interno dell’organizzazione dovrebbero convincere lo staff non It a integrare nel loro bagaglio formativo conoscenze informatiche di più alto livello, dimostrando loro che questo permetterebbe di raggiungere migliori risultati in termini di business, con un impatto positivo su tutti i processi aziendali. Infine, sui siti Web di tipo collaborativo è possibile conoscere maggiori dettagli sulle esperienze pregresse di quelli che possono essere ottimi candidati potenziali, rispetto ai tradizionali job board.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore