Ncr e Teradata, separate in casa

Software
0 0 Non ci sono commenti

Al via lo spin-off della società che opera nel settore del data warehouse

Ncr si appresta a effettuare lo spin-off della divisione Teradata. La società, nata originariamente nel 1884 come National Cash Register (Ncr appunto) è stata acquisita da At&t nel 1991, dalla quale si è separata nel 1996.

Il progetto di fare di Teradata una società indipendente regolarmente quotata in Borsa è frutto della volontà di Bill Nuti, ceo di Ncr, che vede un’ideale mossa strategica nella separazione del business del data warehousing da quello dei sistemi come i bancomat e i chioschi per operazioni self-service.

Teradata, che ha registrato un fatturato annuale di circa 1,5 miliardi di dollari, ha un modello di business profondamente diverso da quello di Ncr, proprio perché opera in un mercato con dinamiche, evoluzioni tecnologiche e concorrenti che poco hanno a che fare con il business decisamente più consolidato nel quale opera da sempre Ncr.

L’operazione, secondo il ceo, ha anche lo scopo di permettere agli azionisti di valutare meglio l’andamento di Ncr che, senza Teradata, ha un fatturato pari a circa 4,5 miliardi di dollari.

Secondo le previsioni l’operazione dovrebbe completarsi al massimo entro i prossimi nove mesi (si veda in proposito l’intervista a Todd Walter, Chief technical officer, research & development di Teradata, pubblicata sul numero di gennaio 2007 di Data Business).

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore