Microsoft acquisirà venti aziende all?anno fino al 2012

Software
0 0 Non ci sono commenti

Il direttore generale, Steve Ballmer, ha svelato le ambizioni dell’azienda in termini di espansione esterna.

La strategia di espansione di Microsoft passerà nei prossimi anni anche attraverso le acquisizioni. L’idea è che l’aggiunta di diverse piccole e specializzate realtà sia preferibile a quella di una grande e onerosa azienda. Le linee dello sviluppo della casa di Redmond è stata esposta dal suo direttore generale, Steve Ballmer, il quale ha esplicitato l’intenzione di voler acquisire almeno una ventina di società all’anno fino il 2012, per valori che potrebbero oscillare dai 50 milioni al miliardo di dollari.

Nel corso dell’ultimo anno fiscale, chiuso lo scorso giugno, il big del software ha portato a termine 23 acquisizioni, 13 delle quali hanno raggiunto il valore complessivo di 1,34 miliardi di dollari. L’assorbimento di aQuantive, pagata 6 miliardi di dollari, aveva fatto pensare a un cambio di strategia, ma Ballmer ha smentito l’idea, affermando che la priorità attuale è di seguire un “cammino indipendente”. Il direttore finanziario, Chris Liddell, ha aggiunto che, nell’esercizio in corso, Microsoft investirà più in acquisizioni che in ricerca & sviluppo.

Tra le operazioni date per imminenti, ci sarebbe anche l’investimento nel 5% del capitale di Facebook, ma su questo Ballmer è stato evasivo, pur sottolineando che le due società già hanno in essere una partnership forte nella pubblicità.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore