L’ultima anteprima per il nuovo Windows Server

Software
0 0 Non ci sono commenti

Microsoft ha reso disponibile per il download una versione quasi definitiva
di Longhorn. Il successore di Windows Server 2003 pone l’accento su
amministrazione, sicurezza e flessibilità.

Buone notizie per tester e appassionati dei sistemi operativi di Microsoft. Una versione Community Technical Preview (Ctp) della beta 3 di Longhorn Server è stata resa disponibile per il download sul sito di Microsoft. Il successore di Windows Server 2003 contiene, in questa anteprima, tutte le funzioni che saranno integrate nella versione finale, prevista per il prossimo novembre.

Il nuovo sistema operativo professionale punta l’accento su tre caratteristiche principali, ovvero amministrazione, sicurezza e flessibilità. Sul primo fronte, con Windows Server 2003 ci volevano otto tool per garantire le funzioni di installazione, aggiornamento, supervisione, sicurezza e così via. Ora, Microsoft li ha riuniti tutti in un’unica console grafica, chiamata Server Manager. Ma Longhorn integra anche lo strumento di controllo online PowerShell, uscito insieme a Vista ed Exchange 2007: questo strumento richiede meno competenze tecniche in sviluppo rispetto alle soluzioni precedenti.

Nell’ottica della semplificazione, va ascritta anche la possibilità di specializzare i server al momento della loro installazione. Ad esempio, una macchina pensata per essere un file server non conterrà il framework .Net o il Web server Iis e men che meno Internet Explorer. Questa è la modalità Server Core e serve a ridurre l’esposizione a pericoli interni ed esterni. Si applica anche a server Dns, Dhcp (per l’attribuzione di indirizzi Ip) e directory d’impresa.

Per quanto concerne la flessibilità, sono stati fatti sforzi in direzione dell’accesso remoto alle applicazioni e della virtualizzazione. Session Terminal Server e le applicazioni sulla postazione di lavoro sono destinati a convivere e il doppio click sul primo avvia anche l’applicazione collegata. Infine, l’arrivo di Terminal Server Gateway renderà più sicure le connessioni ad applicazioni critiche da luoghi (tipo reti Wi-Fi di aeroporti) considerati a rischio.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore