L’open source di qualità pensa agli standard

Software
0 0 Non ci sono commenti

Sourcesense, una società di system integration votata all’open source

Sourcesense è una società di system integration votata all’open source con respiro internazionale disponendo di uffici,oltre che in Italia, anche in Olanda e nel regno Unito. Oltre alla consulenza, ai servizi di supporto allo sviluppo e ai servizi classici di integrazione

Sourcesense propone software basato su codice open source, in particolare sviluppato attorno ad Apache. L’approccio, che in Sourcesense chiamano di Open Development, è di dotare il software open del ? massimo valore garantito dallo sviluppo basato sull’approccio della community?. Questo sviluppo aperto garantisce che le tecnologie distribuite siano testate , mantenute e supportate dalle migliori professionalità della comunità e che la qualità prodotta da questo processo sia trasmessa ai suoi clienti.

Come spiega Rabellino, Ceo della società:? Ha senso usare il codice opensource solo dove serve? Attorno al 30 % del personale di Sourcesense è committer, cioè ha diritto di accesso diretto al codice open source. Sourcesense concentra la sua attività sui prodotti open della Apache Software Foundation e lavora a contatto con Covalent. Da poco ha iniziato anche una collaborazione con Alfresco per la gestione della documentazione aziendale. In via di formalizzazione anche una partnership con Red Hat.

Sono diversi i progetti all’attivo per questo system integrator, nato nel 2006 come spinoff di Pronetics. In particolare in Inghilterra ha realizzato l’architettura di single sign on per la gestione degli abbonamenti per tutta l’Europa del gruppo editoriale Vnu (che pubblica in Italia anche Data Business). In Italia la piattaforma di Corporate Banking di Bnl è stata studiata con Sourcesense.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore