L’Europa pensa alla sicurezza delle Pmi

Software
0 0 Non ci sono commenti

Il varo del sistema Eisas dovrebbe servire per fornire più rapidamente avvisi
alle piccole e medie aziende su minacce alle reti o alla sicurezza aziendale.

L’Unione Europea sta riflettendo in questo periodo sull’opportunità di adottare un sistema che consenta di avvisare efficacemente le piccole e medie imprese sulle minacce incombenti sulla sicurezza e le reti aziendali. Il progetto si chiama European Information Sharing and Alert System (Eisas) e si sostanzia in un sistema di avvisi che dovrebbero essere diffusi tramite un portale Web che usa feed Rss (Really Simple Syndication) e messaggi Sms, oltre ad altre forme di comunicazione, come mailing list e contatti via mass media.

Attualmente, è in corso uno studio di fattibilità a cura dell’Enisa (European Network and Information Security Agency), ovvero l’agenzia preposta alla sicurezza continentale promossa nel 2004. Lo studio verte sulle modalità di invio di informazioni sulla sicurezza alle Pmi in differenti lingue. Gli avvisi dovrebbero contenere consigli pratici, per esempio sulla sicurezza delle password, notizie sulle minacce più recenti e raccomandazioni specifiche per i responsabili informatici. Si sta analizzando, inoltre, a quale velocità i messaggi dovrebbero essere inviati, come dovrebbero essere distribuiti e quali dovrebbero essere le fonti informative privilegiate (vendor, organizzazioni indipendenti e altro). L’Enisa vuole in questa fase capire quale possa essere il valore reale dell’iniziativa e se essa possa contribuire a diffondere una maggior cultura sulla sicurezza in Europa. L’esito finale dello studio sarà presentato in giugno in Germania.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore