Le ambizioni di Sun nella virtualizzazione

Software
0 0 Non ci sono commenti

Attesa per dicembre una piattaforma che si presenta come hypervisor Xen,
server multi-Os basato su Solaris e tool di amministrazione.

La virtualizzazione non lascia indifferenti i costruttori di server, che stanno rapidamente comprendendo quanto questa tecnologia possa giocare un ruolo determinante negli sviluppi futuri.

In questo contesto si inserisce Sun, che ha appena rivelato le linee essenziali di xVm, una piattaforma di virtualizzazione molto ambiziosa, che sarà commercializzata alla fine del primo semestre del 2008. Per assicurare l’interfaccia fra server fisici e i differenti Os virtualizzati, il vendor ha scelto di basarsi sull’hypervisor di Xen, di tipo open source. Invece di utilizzare XenLinux, tuttavia, Sun ne ha sviluppato uno proprio, basato su Solaris e poco bisognoso di risorse hardware. Questo server è capace di ospitare immagini virtuali del sistema operativo Solaris (8, 9 e 10), ma anche di Linux e Windows. La soluzione integra i punti forti del sistema operativo d’origine, soprattutto il file system Zfs e i meccanismi di rilevazione delle dafaillance hardware di Solaris.

Nella propria futura piattaforma di virtualizzazione, Sun integrerà anche il tool di amministrazione xVm Ops Center, che consentirà di fare un inventario delle macchine fisiche e virtuali (risorse hardware, hypervisor utilizzato, configurazioni memoria, rete, storage e così via), ma anche di implementare i sistemi e le applicazioni. Esso potrà anche gestire gli aggiornamenti e ottimizzare le prestazioni delle applicazioni.

Per il momento, il costruttore sembra orientato verso un modello di commercializzazione ricalcato su quello dei software aperti, come Solaris. xVm, quindi, sarà gratuito e i clienti pagheranno solo il supporto e la manutenzione.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore