La business Intelligence fa tendenza anche a casa Microsoft

Software
0 0 Non ci sono commenti

Con PerformancePoint Server si completa l’offerta BI della società che prevede strumenti utili a una vasta platea di Information Worker

Il mercato della Business Intelligence chiude un anno vivace che ha visto fusioni, acquisizioni e annunci di nuovi prodotti: Sap ha preso Business Objects, Oracle ha comprato Hyperion, Ibm ha puntato su Cognos. Anche Microsoft, seppure in maniera meno clamorosa, ha fatto una serie di acquisizioni di aziende di nicchia , ma in grado di generare un’offerta il più possibile completa nell’area della Business Intelligence.
Ora è venuto per Microsoft il momento di far vedere che tutti i tasselli del suo puzzle stanno andando a posto e creano per i suoi clienti un quadro chiaro per l’offerta. Accanto alle soluzioni della linea Dynamics e a Sql Server Microsoft propone un terzo pilastro applicativo di soluzioni puntuali che realizzano quello che viene definito come un “ modo diverso di proporre la BI”. Come spiegano in Microsoft, con il rilascio di Office Performance Point Server “ il puzzle è completo, mancano solo le nuove release di prodotti che già ci sono “, anche in funzione degli annunci previsti con Windows Server 2008 nei primi mesi del prossimo anno. In particolare dato che SharePoint è la base per l’utilizzo di tutte le soluzioni aziendali di collaboration, con la prossima versione del software sarà anche annunciata l’ultima tessera del puzzle che riguarda il master data management, ovvero la gestione attraverso una base di dati unica delle anagrafiche aziendali e di tutte strutture dati.

“Ora però – spiega Enrico Bonatti che dirige l’Information Group di Microsoft Italia – Microsoft ha messo a punto una piattaforma end to end per la Business Intelligence. L’offerta BI di Microsoft non è più frammentata, anzi sono i nostri concorrenti che sono alla prese con pezzi di offerta da integrare. Microsoft porta sul mercato un’offerta che prevede strumenti che portano la BI al di fuori della stanza dei bottini dei vertici aziendali per condividerla con una platea più ampia di utenti”.
Si tratta di persone che sono ugualmente coinvolte, anche se a diverso livello nei processi decisionali dell’azienda: quelli che in Microsoft definiscono Information Worker devono disporre degli stessi strumenti dei pochi decision maker aziendali. Le applicazioni Office e in particolare Excel sono nella vita quotidiana lo strumento di partenza per l’accesso ai servizi anche da remoto tramite web e per procedere alle prime analisi con uno strumento di potenza adeguata. Office SharePoint Server 2007 è il portale aziendale che integra i servizi di Excel e li gestisce e condivide in modo sicuro.
Poi da pochi mesi è stato reso disponibile da Microsoft anche Office PerformancePoint Server 2007 che integra la tecnologia acquisita con Proclarity e integra strumenti di comunicazione e collaborazione che “ permettono di trasformare la analisi in azioni” attraverso l’utilizzo di altre piattaforme di Microsoft come Sql Server e i suoi servizi di analisi complessa. Nella visione di Microsoft la Business Intelligence deve integrare una parte applicativa con una di piattaforma. Attraverso quest’ultima è possibile portare in azienda anche la parte gestionale di terze parti o direttamente di Dynamics ( sia Erp che Crm ).
PerformancePoint è già calato sui ruoli aziendali proposti da Dynamics e offre capacità di reporting e analisi. Il software propone tre nuovi elementi nella filiera della BI secondo Microsoft: il monitoraggio con i cruscotti informativi dei principali Kpi, l’analisi evoluta e multidimensionale delle informazioni e la pianificazione ( budget e forecasting), facendo riferimento per tutti gli Information Worker allo stesso set di informazioni in un unico database.
PerformancePoint Server parte già con alcuni riscontri operativi sul mercato italiano. Come indica Bonattti, “ Microsoft sta già lavorando con alcuni clienti che renderanno disponibili questi strumenti di analisi anche a migliaia di loro dipendenti. Si estende in questo modo la platea della Business Intelligence aziendale”. Progetti iniziali della piattaforma sono già operaitivi presso Iguzzini, Cedacri ed Edipower.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore