Javaone, Java aperto o quasi

Software
0 0 Non ci sono commenti

Sulla strada di Java Se 7 con un nuovo kit di sviluppo

Sun ha terminato il processo di rendere open source il cuore della sua tecnologia Java, uno dei più importanti contributi della società alla comunità aperta di sviluppo. In occasione dell’evento per sviluppatori Javaone di San Francisco la società ha dichiarato di aver terminato quanto doveva fare per rendere open source la sua tecnolgia Java confermando che questa sarà disponibile nelle modalità di licenza General Public Licence Version 2 (Gplv2).

Come a suo tempo Network News aveva riferito, Sun aveva fatto un annuncio a sorpresa qualche mese fa annunciando di voler adottare la licenza Gpl per Java invece della distribuione Cddl ( Common Development Distribution Licence) come aveva fatto per le altre sue soluzioni concesse in opne source. Java conta 6,5 milioni di righe di codice.

Sun fornirà inoltre dei plug-in Java 2D per permettere agii sviluppatori di collegarsi ai moduli Java già disponibili in open source sotto licenza Gplv2 e poter così disporre di un Java Development Kit completo. Infatti ci sono parti di Java , in particolare la tecnologia di visualizzazione 2D, che non sono nella disponibilità di Sun e non sono ancora state rimpiazzate con codice libero. Secondo Sun spetta ora alla comunità di arricchire Java, in particolari quei moduli di codice di cui la comunità non dispone e che, se oggetto di una licenza proprietaria, non possono essere pubblicate in formato aperto.

Le informazioni sul prossimo Java Se 7 sono disponibili a : http://openjdk.java.net .

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore