Il Ppm di Serena on demand

Software
0 0 Non ci sono commenti

Anche lo specialista americano cede alla logica del software-as-a-service per i propri strumenti Mariner

Con la versione SaaS di Mariner, Serena Software ha compiuto il primo passo verso la realizzazione della propria strategia on-demand, offrendo ai responsabili It e business una soluzione di Ppm (Project Portfolio Management) senza alcuna infrastruttura da gestire né alcun software da installare e con una semplice politica di prezzi su abbonamento.

Secondo il portavoce ufficiale, con la versione SaaS di Mariner, i clienti saranno in grado di iniziare a usare il programma immediatamente, eliminando l’installazione, le problematiche legate all’hardware e i costi riguardanti la manutenzione del software. I clienti avranno la possibilità di provare gratis per trenta giorni Mariner on-demand e poi acquistarlo sul sito di Serena. Il prezzo introduttivo, scontato del 50% per i primi sei mesi, fa sì che Mariner on-demand costi 18 dollari per utente al mese per ogni workgroup.

I prezzi sono disponibili in tre valute differenti, a seconda del Paese dove si effettui l’acquisto. Inoltre, attraverso acceleratori per la soluzione, perizie e training gratuiti e offerte di servizio Quick Start, i clienti potranno provare anche una rapida esperienza valutativa, combinando la maturità della loro Ppm aziendale con la funzionalità di Mariner. Serena Mariner è la prima delle tre offerte on-demand che l’azienda prevede di rendere disponibili nel 2008: successivamente, sarà la volta di Serena Mashup Composer e di una suite completa di strumenti Alm, il cui deployment avverrà più avanti nel corso dell’anno.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore