Ibm si rafforza con DataMirror nell’integrazione dei dati

Software
0 0 Non ci sono commenti

Comprata per 161 milioni di dollari un’azienda che produce tecnologia per
l’integrazione e la movimentazione di dati.

Aveva da poco aperto in Italia e ora DataMirror è finita sotto il cappello di Ibm. La società canadese, specializzata in tecnologie per l’integrazione dei dati, è stata acquisita dalla Numero Uno mondiale per 161 milioni di dollari, ovvero un equivalente di 25,88 dollari per azione.

DataMirror ha 220 dipendenti e sviluppa tecnologia per la movimentazione di alti volumi di dati direttamente fra database relazionali, code di messaggi e altri magazzini di dati. I prodotti possono funzionare su mainframe, server midrange o dispositivi mobile. Ora, gli asset della società verranno integrati nella business unit Information Management.

La tecnologia di DataMirror dovrebbe servire a Ibm per costruire prodotti per l’integrazione dei dati in real time, come nel caso di punti di vendita (Pos) che possano trasmettere istantaneamente informazioni di vendita a database situati nei datacenter centrali dei retailer. L’operazione si dovrebbe chiudere nel terzo trimestre 2007.

Questa acquisizione segue un percorso che Ibm ha individuato da tempo e che porta all’assorbimento di produttori piccoli e di nicchia, per arricchire il portafoglio software. Di recente, sono state acquisite lo specialista di sicurezza Watchfire e il produttore svedese di tool di sviluppo Telelogic.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore