Ibm si dota di un provider di storage online

Data storageSoftware
0 0 Non ci sono commenti

Anche Ibm punta a soluzioni automatiche di data protection e compra Arsenal Digital Solutions

L’ultimo trend per il fornitori di sistemi di storage sembra essere la caccia alle piccole aziende che forniscono servizi di storage dei dati online. Dopo Emc e altri è ora il turno di Ibm che sta per acquisire Arsenal Digital Solutions, una società privata attiva nella protezione dei dati per poi assorbirla nella business unit Global Technology Services. L’accordo sarà concluso entro il primo trimestre del prossimo anno. Dal dicembre dello scorso anno gli analisti di settore segnalano attività di acquisizione simili da parte dei Seagate su Evault, Emc su Berkeley Data Systems ( servizio Mozy) .
Arsenal Digital serve 3400 clienti , in particolare aziende medio piccole, che ricorrono alla protezione dei dati online per seguire le normative di compliance e tener dietro a crescite dei dati che arrivano a 40-50% all’anno. Come spiegano in Ibm, la convergenza di storage, business continuity e disaster recovery attestate attorno alle offerte di soluzioni Tivoli e al software che accompagna i System Storage si arricchirà di soluzioni automatiche di data protection online.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore