Hp traccia l’open source presente nei sistemi informativi

Software
0 0 Non ci sono commenti

Il costruttore ha sviluppato un tool interno per individuare i software aperti che utilizza all’interno. Ora è a disposizione di tutti

Come capita in tutte le grandi società, anche i sistemi informativi di Hp traboccano di software diversi e di varia provenienza, in molti casi di origine open source. Conoscere quale licenza si applica a ogni specifica parte del sistema informativo può rivelarsi un vero rompicapo. Gli sviluppatori di Hp hanno così messo a punto un prodotto proprietario, denominato Fossology, che individua il software open source installato in un sistema informativo e ne analizza il codice per sapere quali sono le licenze utilizzate.

Ora, il prodotto viene reso disponibile per tutti, gratuitamente, sotto licenza Gpl 2.0. Tuttavia, se le informazioni recuperate sono buone per sapere cosa è possibile fare o meno con un software, gli sviluppatori di Hp precisano che non si può utilizzare questo strumento in sede giuridica.

In futuro, Fossology dovrebbe servire anche per fare l’analisi delle patch installate, rilevare il riutilizzo del codice e ricostruire gli avvisi legati alla sicurezza.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore