Hitachi Data Sytems va alla ricerca dei dati ribelli

Data storageSoftware
0 0 Non ci sono commenti

I dati fuori controllo sono un problema. Hds propone una suite di ricerca che opera su diverse piattaforma di storage. Nuovi sistemi Nas di fascia media

Nelle grandi aziende è facile trovare la presenza di dati non gestiti che popolano i vari contenitori di informazioni aziendali e, sfuggendo a ogni ricerca, creano problemi di sicurezza e di compliance.
Secondo dati forniti da Hitachi Data Systems quasi l’80% delle informazioni aziendali orami assume una forma non strutturata e si trova al di fuori degli ambienti tradizionalmente meglio gestiti dagli amministratori IT come i database o i sistemi di email. I sistemi di gestione dei contenuti che dovrebbero fare questo lavoro gestisono ancora pochi punti percentuali del totale delle informazioni aziendali. Questo influenza verso l’alto i costi di una ricerca che spesso avviene con strumenti largamente inefficienti.
Una soluzione è stata proposta da Hds al Cebit e poi in stretta replica in Italia . Si tratta della nuova Hitachi Data Discovery Suite che offre servizi di indicizzazione e ricerca sia in ambienti Nas ( High Performance Nas Platform) che in ambienti di archiviazione ( Content Archive Platform). Nel caso specifico a questo si aggiunge la certificazione per SharePoint di Microsoft.
La soluzione si propone anche come strumento di migrazione dei file da ambienti Nas ad alte prestazioni alla Content Archive Platform di Hitachi. Per gli utenti la ricerca avviene con una sola query da un widget di Vista o da un’unica interfaccia web attraverso molteplici fonti di dati. In Hitachi dichiarano il supporto di 370 formati di file. Il software deriva da quello della norvegese Fast che in questo momento è oggetto di acquisizione da parte di Microsoft. Brocade , che nelle settimane scorse ha stretto un accordo di collaborazione con Hitachi, ha in sede di lancio annunciato l’integrazione della sua soluzione di file virtulization Storage X con la Data Discovery Suite.

In occasione dell’annuncio Hds ha messo mano anche al rinnovo della sua linea di sistemi Nas delle fasce Essential ( serie 1000 ) e High Performance ( serie 3000). Questi ultimi sono di derivazione BlueArc ( Titan ) e consentono di arrivare a prestazione di 200 mila operazioni di I/O al secondo con capacità di 4 Pb. Di prestazioni più adatte al mercato enterprise italiano sono i sistemi di storage Nas della linea Essential. Si tratta di tre modelli in grado di scalare fino a 512 Tb di capacità in configurazione a cluster su due nodi.
Hds li commercializza in due versioni , come gateway verso Nas o come filer Nas standalone in bundling con la famiglia di prodotti midrange Adaptable Modular Storage. I sistemi forniscono anche funzionalità di replica dei dati asincorna e sincrona con il software True Copy.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore