Hewlett-Packard potrebbe comprare Bull

Software
0 0 Non ci sono commenti

Il gruppo americano sarebbe interessato a quello che un tempo era uno dei big
europei dell’It. La cifra d’acquisto sarebbe di 720 milioni di euro.

Ai tempi di Mitterrand, questa notizia non sarebbe mai esistita, tanto lo Stato aveva cura dei propri gioielli industriali. Ma oggi il presidente della Repubblica francese è il liberista Nicholas Sarkozy e, soprattutto, sono molto cambiati i tempi per l’informatica europea. Così, secondo il sito di Capital, Hewlett-Packard sarebbe in trattativa per l’acquisizione di Bull, un tempo big dell’It continentale e non solo francese. L’operazione sarebbe stata consigliata dalla banca d’affari Morgan Stanley e dallo studio di consulenza legale Freshfield. Una proposta d’acquisto dovrebbe essere presentata agli inizi di agosto.

Sempre secondo Capital, l’offerta dovrebbe ammontare a 720 milioni di euro, che equivale a 7,5 euro per azione, con un premio del 40% in rapporto al corso medio del titolo in luglio. Da Bull, per ora, non sono giunti commenti.

Il gruppo francese, dopo un lungo periodo di ambasce, ha di recente ritrovato la via degli utili e si è impegnata il mese scorso con Gfi per contrastare l’Opa ostile di Fujitsu Services. Al 31 dicembre 2006, il capitale era controllato da France Telecom (10,1%), Deutsche Bank (5,3%), Nec (3%) e i dipendenti (1,1%). Il resto è flottante. La società, il cui prodotto di punta è il server di fascia alta NovaScale, lavora nel mercato del calcolo ad alte prestazioni, nell’integrazione open source e nella sicurezza. Il fatturato dell’esercizio 2006 è stato di 1,15 miliardi di euro, per un organico complessivo di oltre 7mila dipendenti.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore