Gartner si mostra scettica su Windows Server 2008

Software
0 0 Non ci sono commenti

Un sondaggio sui responsabili dei sistemi informativi evidenzia un atteggiamento prudente verso il nuovo Os di Microsoft

A qualche settimana dal lancio ufficiale, previsto nel prossimo febbraio, Windows Server 2008 non pare in grado di sedurre i responsabili dei sistemi informativi. La rilevazione arriva da Gartner, che si affretta a consigliare agli utenti della versione 2003 di prendersi il giusto tempo per la migrazione, aggiungendo che la nuova release non presenta i cambiamenti radicali attesi in un primo tempo.

Due differenti indagini dimostrano come esista poca pressione per il passaggio al nuovo Os. Su 687 It manager sondati da Gartner, il 50% non conta di migrare a breve, contro il solo 13% che pensa di adottarlo nell’arco dei dodici mesi successivi all’annuncio ufficiale e un altro 9% che guarda all’anno successivo. Il 19% ha dichiarato di aver appena iniziato a ragionare su una possibile migrazione. Un sondaggio veloce effettuato all’ultimo Gartner Symposium, evidenzia come il 73% dei direttori dei sistemi informativi non abbia intenzione di testare e implementare l’Os a breve.

Dalla prima indagine si ricava come il 68% dei responsabili tema una certa incompatibilità con le applicazioni già installate e un 65% ritenga costosa la migrazione. C’è poi il 43% preoccupato degli aspetti legati alla sicurezza, mentre il 34% non vede “killer application” in grado di giustificare il passaggio.

Non tutto è negativo, comunque, poiché il 44% del campione si è mostrato favorevole all’adozione e apprezza proprio le funzioni di sicurezza e il nuovo Nac (Network Access Control). Più prosaicamente, il 37% ha affermato che è giunto il tempo di rinnovare il parco server. Per chi ancora usa Nt 4.0, invece, non c’è altro da fare se non upgradare l’Os.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore