Fujitsu Services allunga le mani su Gfi

Software
0 0 Non ci sono commenti

Il polo servizi del gruppo giapponese ha lanciato un’Opa sulla società di
servizi francese, presente anche in Italia. L’intento è costruire un gigante
europeo.

La filiale Services della giapponese Fujitsu ha annunciato l’intenzione di mettere le mani sulla società di servizi francese Gfi, che vanta una presenza anche in Italia, per lungo tempo gestita in combinazione con Ois. Un accordo formale ancora non è stato siglato, ma il gruppo orientale ha preso contatti con il presidente della società transalpina, Jacques Tordjman, al quale è stata presentata un’offerta d’acquisto. La proposta comprende l’assorbimento della totalità del capitale al prezzo di 8,5 euro per azione, cui si aggiungono 3,5 euro per ogni buono di sottoscrizione di azione rimborsabile. In sostanza, il presso proposto rappresenta un premio del 20% sul corso medio del titolo negli ultimi trenta giorni.

Fujitsu Services, tuttavia, ha messo una condizione: gli azionisti di Gfi non devono accettare l’ingresso nel capitale del fondo d’investimenti Apax Partners. L’eventualità era stata citata in marzo dallo stesso Tordjman, suscitando il nervosismo di numerosi piccoli azionisti, che ritenevano il prezzo di valorizzazione troppo basso.

Dietro l’offerta di Fujitsu Services, c’è l’intento di costituire un leader pan-europeo nei servizi informatici, appoggiandosi sulla forte presenza di Gfi nel Continente e su quella globale del gruppo acquirente. I giapponesi rassicurano che, nei limiti del possibile, intendono preservare la struttura esistente di Gfi.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore