Exalead si espande in Italia

Software
0 0 Non ci sono commenti

Aperta la filiale romana di una realtà che si sta sviluppando sulla strada del corporate search

La mole di dati da gestire in azienda sale continuamente e con essa la necessità di organizzarla in modo efficiente, allo scopo di reperire l’informazione che serve nel momento più opportuno o strategico. Nasce da questa premessa apparentemente semplice il concetto di “enterprise search”, sorta di evoluzione del classico concetto di “information retrieval”, portato nell’era dell’informatica distribuita e collaborativi. Focalizzandosi su questi concetti, il primo nome che viene alla mente è quello di Google, ma in realtà l’idea parte da più lontano, presenta livelli di complessità molto superiori a quelli affrontabili da un semplice motore di ricerca e richiede competenze applicative specifiche.

La premessa è d’obbligo per presentare un’azienda come Exalead, nata nel 2000 in Francia da persone che avevano partecipato all’esperienza di Altavista. Fra queste c’è anche Stefano Aldrovandi, che ha avviato la filiale italiana nel 2003 e oggi vi ricopre la carica di International Sales Director: “La base della nostra proposta parte dalla capacità di indicizzazione. Per poter ottenere un esito qualificato dalla propria ricerca, infatti, occorre aver registrato nel modo corretto tutti i luoghi nei quali risiedono i dati, si tratti dei database aziendali, dei siti Web o dei file system. Inoltre, una soluzione di ricerca delle informazioni aziendali anche critiche richiede una capacità di integrazione con le soluzioni di sicurezza eventualmente già presenti”.

Il risultato di queste riflessioni si chiama one:search ed è ormai una suite scalabile di prodotti pensata per tutte le realtà che devono gestire grandi quantità di dati, ma anche poter trovare informazioni critiche al momento giusto e da qualunque punto di partenza, sia esso logico o fisico. La tecnologia non viene indirizzata solamente sulle aziende di maggiori dimensioni, ma anche dalle realtà che federano diversi siti Web (in Italia è il caso del ministero delle Finanze o della parte di annunci del portale Virgilio), da chi usa le intranet ma con applicazioni eterogenee e isolate o da chi lavora pesantemente con l’e-commerce (per migliorare l’esperienza-utente). Exalead interviene indicizzando il patrimonio aziendale o le parti necessarie, eliminando le potenziali duplicazioni e i costi, normalmente più alti, di integrazione (anche qui ci sono esempi locali come il Comune di Roma o l’Inail).

L’azienda è cresciuta regolarmente nel tempo e oggi può contare su circa 130 dipendenti e un’espansione geografica che di recente ha riguardato anche il nostro territorio, con l’apertura di una nuova sede a Roma, nel quartiere Parioli, a breve distanza dall’avvio degli uffici di Madrid.

Al di là dell’indicizzazione, prerogativa di one:search e dei prodotti che compongono la suite è la capacità di offrire all’utente risultati della ricerca il più possibile puntuali e vicini all’informazione da reperire, creando un percorso di avvicinamento all’obiettivo fatto di progressive focalizzazioni e informazioni sui risultati ottenuti: “Questo avviene integrandosi perfettamente nel contesto del sistema informativo aziendale, senza bisogno di appliance aggiunte e con la garanzia di un’assistenza professionale”, spiega Aldrovandi. Detto che il target primario sono le aziende medio-grandi, l’approccio seguito è sempre quello del proof-of-concept: “Per far capire le potenzialità della nostra soluzione, chiediamo sempre di poter indicizzare almeno una parte dei dati aziendali e per questo non ci vogliono mia più di tre giorni – puntualizza Aldrovandi -. È così che abbiamo ottenuto l’interesse di realtà del settore pubblico, così come del mondo bancario o del farmaceutico, mentre ora ci vorremmo espandere, direttamente o con i partner di canale, verso il mondo dei trasporti e quello della Gdo”.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore