Dell si lancia nel supporto infrastrutturale in logica Saas

Software
0 0 Non ci sono commenti

La società texana propone alle medie imprese funzioni remote in locazione per la gestione delle loro infrastrutture It.

Una prima risposta ai venti di ristrutturazione agitati nelle scorse settimane arriva per Dell con l’annuncio di un’offerta di supporto infrastrutturale on demand destinato soprattutto alle medie imprese, con organici al di sotto delle mille persone.

In base alla proposta dell’azienda texana, i rivenditori potranno definire e pacchettizzare le proprie offerte in funzione delle loro specificità e della clientela, mentre i consulenti avranno accesso a strumenti per realizzare inventari dettagliati dei parchi e procedere a migrazioni complesse (storage, ambienti Microsoft, data center, postazioni client) attraverso regole decisionali. Secondo Dell, i due terzi del costo di un’infrastruttura provengono dal supporto e dalla manutenzione, mentre le imprese vorrebbero ridurre questi costi, senza però passare per pesanti e costosi contratti di servizio.

Il servizio proposto è completamente configurabile, per numero di funzioni scelte, lista delle funzioni seguite dagli utenti, Sla da 2,4 o 8 ore, supporto assicurato dal servizio It, un rivenditore o Dell direttamente e così via. Sono possibili numerose combinazioni. Il costo varierà in funzione delle scelte effettuate, ma si baserà sul principio di una locazione mensile di un insieme di servizi. Dell fa leva sui tool di società come Everdream e Silverback, che propongono una piattaforma d’amministrazione dei sistemi e di analisi e anticipazione dei problemi. Al momento, la proposta è indirizzata alla clientela americana, ma l’estensione a Europa e Asia è prevista entro l’anno.

Dell conta di trovare un’importante fonte di fatturato, sviluppando le proprie attività nei servizi. Già oggi rappresentano circa 6 miliardi di dollari, ma il valore dovrebbe essere destinato a crescere. L’insieme di servizi assicurerà il controllo e la manutenzione di sistemi e software e sarà proposto in modalità Saas (software-as-a-service), secondo una lista di funzioni che comprendono la gestione della sicurezza, l’archiviazione delle e-mail, l’installazione delle patch, il recupero dei dati, il controllo delle prestazioni e così via. Secondo il costruttore, nel 70% dei casi i problemi saranno risolti automaticamente e in remoto, senza intervento umano. Nel caso fosse necessario, un tecnico si occuperà della soluzione dei problemi.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore