Con Windows Server 2008 Microsoft entra nel mercato della virtualizzazione

Software
0 0 Non ci sono commenti

Microsoft sfida VMware e corteggia i vendor open source per supportare il nuovo sistema operativo per server

Con il lancio di Windows Server 2008, Microsoft entra nel mercato della virtualizzazione. Le tecnologie di virtualizzazione permettono a un computer
di agire come molte macchine: Windows Server 2008 con una versione test di Hyper-V (in versione definitiva fra sei mesi), sfida VMware.
Windows detiene due terzi delle vendite di sistemi operativi per server (fonte: Reuters).

Per contrastare il lancio di Windows Server, VMware ha stretto un accordo per integrare il suo software di virtualizzazione nei server targati Dell, Hewlett-Packard e Ibm.

Microsoft però ora corteggia i vendor open source per supportare Windows Server 2008: il colosso del software vuole convincere che LAMP (Linux, Apache, MySQL e PHP/Perl) non sia l’inico gioco sul tavolo, ma che è possibile realizzare applicazioni per Windows Server può essere un buon business.
Apache Software Foundation non è il solo “open-source hero”. Microsoft punta su “Works With” Windows Server 2008 e “Certified For” Windows Server 2008, per convincere i vendor open source a supportare Windows Server 2008. I primi annunci si attendono a marzo.

Per saperne di più sulla virtualizzazione di Microsoft ti invitiamo a iscriverti all’eSeminar dedicato alla virtualizzaizone bilanciata.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore