Con Blue Cloud, Ibm inaugura il portale dell’innovazione

Software
0 0 Non ci sono commenti

Ibm immagina il data center come una nuvola e propone soluzioni per usarlo come se fosse Internet.

Forte della grande esperienza maturata nell’ambito del calcolo intensivo. Ibm ha varato un progetto, denominato Blue Cloud, che consentirà alle aziende di utilizzare i data center un po’ come si usa Internet, dando la possibilità di eseguire attività informatiche attraverso una rete di risorse distribuite e accessibili a livello globale e non più su macchine locali o centri di calcolo remoti. Il concetto di Blue Cloud è nato dal lavoro svolto dalla società di Armonk per supportare il suo team di ricerca attraverso un portale di innovazione chiamato Technology Adoption Program.

I ricercatori Ibm, grazie a questo progetto, accedono a risorse informatiche complete di software per eseguire test e collaudi sulle loro innovazioni con l’aiuto dei dipendenti Ibm. Al progetto, basato su standard aperti e software open source supportati da servizi, tecnologie e software Big Blue, ad oggi hanno aderito più di 200 ricercatori Ibm da tutto il mondo, via Internet. Secondo il portavoce aziendale, Blue Cloud aiuterà i clienti a creare rapidamente un ambiente cloud per testare e realizzare prototipi di applicazioni Web 2.0 all’interno del loro ambiente aziendale. Un approccio che, nel tempo, potrebbe aiutare i manager It a ridurre in modo drastico i costi e le complessità di gestione delle infrastrutture scale-out la cui domanda è soggetta a fluttuazioni.

La società si è già mossa per concertizzare il progetto: qualche giorno, con il Ministero della Scienza e della Tecnologia (MoSt) vietnamiti hanno annunciato un pilot in ambito open che si basa su un’infrastruttura di cloud computing. Il Vietnam Information for Science and Technology Advance Innovation Portal (Vip), realizzato con Ibm, aiuterà a fornire ai residenti e alle comunità vietnamite una fonte di contenuti ricca e dinamica che intende promuovere l’innovazione tra i cittadini, le comunità e le organizzazioni governative.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore