CollaborationSoftware

Facebook at Work entra in banca con la Royal Bank of Scotland

facebook
0 1 Nessun commento

Grosso contratto per Facebook at Work: la banca scozzese userà la versione aziendale del social network per i suoi dipendenti, 30 mila a breve e 100 mila in prospettiva

Con gli alti e bassi del mercato consumer è logico che molti puntino a quello business anche se i loro prodotti non vengono immediatamente percepiti come “aziendali”: è anche il caso di Facebook, che ha da tempo presentato Facebook at Work, una versione “chiusa” del suo social network progettata per favorire la condivisione delle informazioni ma in un ambiente protetto. Ora Facebook at Work ha segnato un punto importante conquistando un cliente di rilievo sia per le dimensioni sia per l’ambito in cui opera: è Royal Bank of Scotland, che ha già testato la piattaforma, l’ha adattata ai suoi requisiti e ha in piano di estenderla a una prima tranche di 30 mila dipendenti entro il prossimo marzo, per portarla poi a tutti (circa 100 mila) da allora alla fine del 2016.

In estrema sintesi Facebook at Work funziona come una istanza chiusa di Facebook che non ha contatti con il Facebook tradizionale: un account Facebook at Work di un dipendente RBS sarà completamente distinto da quello che ha sul social network pubblico e non ci saranno trasferimenti di informazioni tra i due. Inoltre la versione aziendale non ha connettori per essere estesa o collegata con applicazioni o servizi esterni: la sua natura è essenzialmente quella di piattaforma per le comunicazioni e lo scambio di informazioni, che può sostituire altri sistemi di collaborazione che possono risultare più complessi – mentre quasi chiunque è abituato a usare Facebook – o semplicemente l’email.

fbwork

Non sarà sempre così: Facebook at Work dovrebbe nel prossimo futuro essere dotato anche di funzioni di integrazione per altre piattaforme aziendali come Office 365 e diventare in questo modo un sistema collaborativo-produttivo più trasversale. Lo sviluppo e il supporto di queste funzioni di integrazione dovrebbe poi costituire la parte a pagamento della piattaforma, che in sé per adesso è gratuita.

Un punto chiave dell’accordo tra Facebook e Royal Bank of Scotland sta nel dimostrare che la piattaforma del social network può essere adatta anche alla gestione di informazioni confidenziali. Il Financial Times fa notare che i dati presenti su Facebook at Work restano di proprietà di RBS, non sono analizzati a fini pubblicitari e sono cifrati quando sono in transito (ma non sempre nel resto dei casi). Simon McNamara, Chief Administrative Officer di RBS, si è comunque dichiarato soddisfatto del livello di sicurezza garantito dalla piattaforma.

TechweekEurope è il sito di tecnologia dedicato alle strategie delle aziende IT che cavalcano i nuovi trend di mercato, dal cloud computing alla virtualizzazione, dal mobile al byod. Analisi, approfondimenti, prove di app e prodotti, oltre alle notizie quotidiane, fanno di Techweekeurope l’appuntamento giornaliero per i manager che vogliono capire come la tecnologia possa aiutarli nel fare business. Su queste tematiche TechWeekEurope realizza interviste agli attori del mercato e reportage dai principali eventi, sia in Italia sia all’estero.

Seguici