Cognos si assicura lo speciaista Applix

Software
0 0 Non ci sono commenti

Spendendo 339 milioni di dollari, il vendor di business intelligence risponde
alle rivali Oracle e Business Objects.

In un settore molto attivo in termini di acquisizioni, Cognos si è allineata alle rivali Oracle e Business Objects con l’assorbimento di Applix, per una cifra di 339 milioni di dollari. L’operazione servirà al terzo vendor mondiale di business intelligence per rafforzare la propria già solida posizione nel campo del financial performance management.

Oltre ai tremila clienti di Applix, il costruttore si è assicurato la tecnologia oein-memory analytics?, oltre alla possibilità di indirizzare aree come l’analisi delle profittabilità e delle variazioni nel rapporto fra prezzi e volumi, prima non coperte. Applix può essere considerato un player di nicchia nel mercato della business intelligence, ma ha acquisito una certa popolarità nel campo della pianificazione finanziaria. La tecnologia in-memory analytics consente di trarre vantaggio dall’uso dei più recenti server a 64 bit, facendo sì che il software gestisca le analisi attraverso la memoria del server. Oltre al risparmio di costi, questo approccio consente agli utenti di bypassare l’It e ottenere risposte più rapide alla proprie interrogazioni: nella Bi tradizionale, infatti, è il dipartimento It che deve occuparsi dei dati che devono essere analizzati e costruire cubi per l’elaborazione analitica online.

Cognos ha chiuso l’ultima annata con un fatturato di 622,3 milioni di dollari e una crescita del 9,8%, al di sotto della media del settore, collocata all’11,5%.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore