Business continuity per Windows Server

Software
0 0 Non ci sono commenti

Symantec rinnova Backup Exec e pensa alla protezione delle applicazioni email

Nuova versione per Backup Exec, ma non solo. Symantec indirizza l’ambiente Windows con un programma a tutto tondo di protezione, una protezione che assume vari aspetti , ma tutti di rilevante importanza con il crescere delle applicazioni aziendali mission critical che si appoggiano sull’ambiente operativo di Microsoft. ?Symantec ha la leadership di mercato per le soluzioni di backup in ambienti open , e Microsoft in particolare – spiega a Network News Mauro Toson, country presales manager di Symantec – ma il trattamento del dato richiede anche protezione sul server e sicurezza sul client?.
Toson trova che il portafoglio di offerta Symantec, recentemente rinnovato, offra specifiche soluzioni per ogni esigenza aziendale con scalabilità di impiego dalle Pmi alla grande azienda e preannuncia un importante accordo di collaborazione con Juniper (al di là dell’adozione di Brightmail) per la protezione di tutto il sistema di rete aziendale. Per le aziende il supporto di Symantec, oltre ai servizi di aggiornamento delle vulnerabilità e sulle minacce alle applicazioni, si allarga anche ai servizi di consulenza, assessment e disponibilità dei dati, un tipo di attività oein espansione e molto apprezzata dai clienti?.

Ma è sulla completezza dell’offerta che si incentrano i temi della conversazione a partire dalla sicurezza del client. La nota protezione antivirus, antispyware e di firewalling di Symantec sta al centro della soluzione Client Security, a gestione centralizzata e con report in tempo reale. L’informazione aziendale va però protetta a livello di disponibilità e di facilità di recupero, si trovi in data center, in server mission critical o in uffici remoti e decentrati, su nastro o su disco. La nuova versione 11d di Backup Exec, come spiega Toson, si è focalizzata in particolare sul supporto al ciclo di vita del dato e alla protezione di applicazioni come la posta di Exchange, i database Sql e i portali di Sharepoint Server. Backup Exec è in grado di recuperare dalla singolo messaggio, al folder,all’intera mailbox di posta. Continua Toson: ? Exchange viene sempre più considerato in ogni azienda una applicazione critica. Richiede dunque una protezione continua al di là degli eventuali obblighi di legge. La compliance diventa così un’occasione per introdurre strumenti tecnologici di riduzione dei problemi interni e di processo?. Backup Exec riceve anche nuove integrazioni a incremento della sicurezza dei dati a livello di cifratura del backup e di supporto dei filer di Netapp e di Oracle Rac. Con le appliance di Netapp il backup avviene in modo diretto senza far viaggiare i dati attraverso la rete. Si possono in generale istituire policy aziendali diverse per il backup di database e di messaggi di email. E qui Toson ricorda che Microsoft stessa è il più grande utente della soluzione di Symantec che lavora in questo caso su 5 mila server e con 66 Tb di dati.

Tornando al client le tematiche di disponibilità del dato si intrecciano con quelle riguardanti la gestione delle configurazioni e delle immagini, la migrazione e il provisioning e l’installazione delle patch. Compatibile con Vista e in grado di gestire anche file Ntfs, la proposta Symantec si chiama Ghost Solution Suite 2.0.
La sicurezza e la disponibilità delle applicazioni di comunicazione viene poi assicurata da Mail Security, Enterprise Vault e Im Manager. ? Le aziende solo da poco stanno approcciando la tematica dell’instant messagging, finora poco considerata o lasciata libera- conclude Toson. La soluzione di Symantec, frutto di un’acquisizione, può aiutare i clienti nel proteggersi dalle minacce e nel gestire anche la messaggistica in osservanza delle policy aziendali e della compliance alle leggi?.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore